Leicester-Everton 2-2: i Toffees non passano sul campo dei Foxes

L’Everton dopo la grande stagione 2013/2014 ripartiva sul campo della neo-promossa Leicester. Sulla carta la formazione di Martinez partiva nettamente favorita, nonostante l’infortunio di oggi di Barkley che dovrà stare fuori almeno 3 settimane. Il Leicester al ritorno in Premier League si è comportato molto bene fermando sul pareggio una delle squadre più interessanti dell’intero campionato inglese.

Nella prima frazione di gioco – come era prevedibile – la gara viene fatta dalla formazione ospite, con il suo consueto possesso palla, la manovra però si perde sempre al limite dell’area di rigore e sono pochi i pericoli nei primi 10 minuti di gioco per il Leicester. Il primo tiro degli ospiti è una conclusione di McGeady, tiro debole e facilmente bloccato dal portiere di casa. Il primo pericolo portato dalla formazione di casa è invece un calcio di punizione sulla quale Howard non in bello stile mette in angolo, sul seguente corner la difesa è molto distratta e il centrale difensivo del Leicester Morgan sfiora il vantaggio. Al minuto numero 20 arriva il vantaggio dell’Everton, su corner dubbio assegnato alla formazione ospite: sugli sviluppi del calcio piazzato la palla finisce fuori dall’area di rigore la sfera viene raccolta da Baines, la conclusionde del terzino sinistro viene deviata da un difensore del Leicester e finisce a Distin che a tu per tu con il portiere lo colpisce in pieno, la respinta favorisce nuovamente un calciatore della formazione di Liverpool esattamente Mcgeady la sua traiettoria è perfetta bacia il palo e termina in rete. Il pareggio è immediato ed è firmato da Ulloa, ancora un calcio d’angolo porta alla rete. La difesa dell’Everton come nel caso precendente è molto distratta, il pallone arriva al numero 23  avendo  visuale libera e nessun calciatore ad infastidirlo batte agilmente Howard per l’1-1.

Gli ospiti sfiorano nuovamente il vantaggio con una grande azione sulla sinistra del solito Baines, arrivato sul fondo serve all’indietro Lukaku il belga non trova però la porta. Il pari della formazione di casa manda in delirio la tifoseria, che non smette un secondo di inicitare i suoi calciatori. Dal suo canto i calciatori fanno la loro parte pressando ovunque i calciatori dell’Everton, al minuto 30 sul passaggio all’indietro di Jaglieka Howard arriva appena in tempo ad anticipare Nugent. Grossa opportunità per i Toffees al ’34 combinazione Baines – Pienaar sulla fascia sinistra quest’ultimo la mette dietro per l’accorrente McGeady, il tiro del numero 7 viene però murato dal centrale di difesa del Leicester Morgan. Passano soltanto 3 minuti ed è ancora il calciatore nato in Scozia ad avere la chance di segnare – senza dubbio il calciatore più pericolo nella prima frazione di gioco – il suo tiro a giro termina però altro sopra la traversa. Allo scadere del recupero del primo tempo arriva il nuovo vantaggio ospite: nuovamente grande combinazione sulla sinistra colpo di tacco di Piennar per Baines palla di nuovo per il 22, il quale allunga il pallone al centro conclusione di prima di Naismith la sfera tocca la traversa e si insacca in rete.

La ripresa si apre con il costante possesso palla dei Toffees, gestiscono bene la palla senza affondare, la prima vera chance è però per il Leicester che sfiora il pari ancora con l’argentino Ulloa. Il numero 23 gira di testa un cross proveniente dalla sinistra, la sfera termina però sul fondo. Cambio nel Leicester dentro Schlupp fuori Knockaert , passa soltanto un minuto e il nuovo entrato viene lanciato indisturbato verso la porta avversaria ma la sua conclusione finisce altissima, quasi fuori dallo stadio. Nella ripresa l’Everton cala moltissimo fisicamente, mentre i padroni di casa non hanno la forza per creare grandi occasioni. Il primo cambio per l’Everton arriva soltanto a 10 minuti dal termine con Mirallas al posto di Pienaar, ancora non pronto per una gara intera il belga. Nel finale di gara il Leicester si fa prendere un pò troppo dall’agonismo e commette numerosi falli, alcuni molto duri come quelli su Jagielka e anche sul neo-entrato Mirallas, l’arbitro opta per il cartellini giallo nel secondo caso. Nel finale esce anche uno dei migliori in campo McGeady al suo posto viene inserito un altro calciatore importante per questo club Coleman, nella restante parte del campionato lo vedremo spesso partire titolare. All’85 minuto quando nemmeno la tifoseria di casa ci credeva più arriva il pareggio – altra piccola disattenzione difensiva degli ospiti – il goal deriva da un’azione sulla fascia destra del campo del Leicester il pallone arriva al centravanti Nugent chiuso al momento del tiro dalla difesa dell’Everton, la sfera finisce sui piedi di Wood – entrato nella ripresa per l’autore del primo goal Ulloa – che batte Howard e sigla il definitivo 2-2.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.