MLS, recap metà stagione; Sporting KC e Seattle guidano le due Conference

Abbiamo ormai superato metà stagione della Major League Soccer 2014. A fine ottobre finirà la regular season e inizieranno i Play off, i quali culmineranno a inizio dicembre con la finalissima, la MLS Cup. Poi partirà la stagione 2015, con l’ingresso dell’Orlando City e del New York City FC che porteranno nella lega Kakà, Lampard, Villa e molti altri. Prima, però, bisogna concentrarsi su quello che sta succedendo nell’attuale stagione.

Nella Eastern Conference comanda lo Sporting Kansas City, probabilmente la miglior squadra del torneo. 39 punti in 22 partite, con qualche difficoltà nei mesi di maggio e giugno a causa degli infortuni, delle squalifiche e delle partenze verso il Brasile di Zusi Besler che, nonostante le richieste dalla Premier League, hanno scelto di restare a vita a Kansas City. Rispetto alla scorsa stagione c’è un bomber in più: Dom Dwyer. L’inglese del 1990 (che potrebbe giocare con gli USA dal 2017) sta disputando una stagione di ottimo livello. Segue a 37 punti (ma in 21 partite) il DC United, rinato dopo il pessimo 2013. La squadra di Thohir ha rinforzato la squadra acquistando veterani del campionato che offrono un certo livello di prestazioni.

A chiudere la zona play off (prime 3 dirette; 4° e 5° giocano lo spareggio) Toronto con 29 punti in 20 partite, squadra che quando ha affrontato Sporting KC e DC United si è sciolta come neve al sole entrambe le volte, New York Red Bulls, 28 punti in 22 partite, e Columbus Crew, 27 punti in 22 match. Seguono altre 4 squadre, tutte candidate a rimpiazzare le tre già citate: New England Revolution, 26 punti, Philadelphia Union, 24 punti, Houston, 22 punti e Chicago, anche loro con 22 punti. In fondo alla classifica Montréal, ormai spacciata con 14 punti in 21 partite, ben 13 di distacco dal 5° posto.

Philadelphia e Montréal hanno operato nel mercato acquistando rispettivamente Carlos Valdes (nazionale colombiano al Mondiale) e Ignacio Piatti, entrambi giocatori del San Lorenzo che difficilmente giocheranno la finale di Libertadores perché la finestra trasferimenti della MLS chiude domani. Houston ha aggiunto al suo roster DaMarcus Beasley, terzino sinistro titolare con gli USA in Brasile, mentre Chicago tenta il colpo Jermaine Jones. Insomma, nessuno sta a guardare. Lo Sporting KC si è dovuto privare di Oriol Rosell, mediano del ’92 ceduto allo Sporting Lisbona. Al suo posto hanno acquistato Claros, mediano dell’Honduras.

Nella Western Conference dominano i Seattle Sounders, per adesso. I punti sono 38 in 20 partite; seguono il Real Salt Lake e i Los Angeles Galaxy, rinvigoriti dopo un avvio poco brillante. La franchigia dello Utah ha totalizzato 36 punti in 22 partite, i californiani 33 in 19. Grande equilibrio, ovviamente, anche ad Ovest per la zona play off, che vede, oltre alle 3 citate, Dallas al quarto posto (33 punti) e Colorado al quinto (30 punti). Inseguono Vancouver con 29 punti (un match in meno), Portland (27 punti) e San Jose Earthquakes (23 punti con 3 partite in meno). Fanalino di coda il Chivas USA, 23 punti in 21 partite, con record (negativo) di spettatori allo stadio. Per loro verrà attuato un rebranding dalla Major League Soccer (che possiede la squadra), che successivamente la cederà per 60 milioni di dollari nel 2015.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.