Tottenham-Celtic 6-1 – Scozzesi rimaneggiati, tutto facile per gli Spurs [VIDEO GOALS]

Ultime partite di precampionato per Tottenham e Celtic, che si sono affrontati oggi in un’amichevole in Finlandia. Per il Celtic si trattava di una partita di non troppa importanza, dal momento che fra appena quattro giorni dovrà disputare il fondamentale incontro di ritorno dei preliminari di Champions League. All’andata, disputata tre giorni fa, gli scozzesi avevano incassato una pesante sconfitta per 4-1 dal Legia Varsavia. Dovranno quindi compiere un mezzo miracolo, per potersi aggiudicare la qualificazione ai play-off della competizione. Diversamente, la sorte degli scozzesi sarà quella di giocare gli spareggi di Europa League. Gli Spurs, invece, si sono presentati al match leggermente più indietro rispetto ai rivali nella preparazione. Ciò è dovuto al fatto che gli inglesi non hanno disputato i preliminari di coppa (giocheranno solamente il 22 agosto i play-off di Europa League) e perché la Premier League ha inizio una settimana dopo rispetto al massimo campionato scozzese. Entrambi i club si sono schierati in campo con un 4-2-3-1. Gli Spurs per colpa dei rientri dalla Coppa del Mondo e il Celtic per l’impegno di Champions League fra pochi giorni, hanno schierato quasi tutti giocatori considerati seconde scelte. Addirittura, il Celtic di mister Deila ha fatto disputare questo incontro a un solo giocatore che aveva disputato anche la partita dei preliminari di Champions (Teemi Pukki) di pochi giorni fa. Tutti gli altri componenti della formazione sono stati sostituiti, in vista del ritorno di Coppa dei Campioni.

Inizio di partita con ritmi abbastanza alti. Primo affondo degli Spurs al 6’, con Townsend che, sfruttando la sua velocità, ha superato tutti sulla fascia sinistra e una volta entrato in area ha crossato per Kane. che ha piazzato il pallone all’incrocio dei pali, 1-0. Passano pochi minuti e al 12’ arriva anche il raddoppio, molto simile alla prima marcatura realizzata dagli uomini di Pochettino: Holtby si invola sulla fascia destra, attirando i difensori su di sé, lasciando quindi Soldado smarcato al centro dell’area; per il tedesco è  un gioco da ragazzi servire lo spagnolo, che sigla senza problemi la seconda rete dell’incontro. Il ritmo di gioco, poi, si è abbassato notevolmente fino agli ultimi minuti del primo tempo. La partita, infatti, si riapre tutta di un colpo al 44’, quando a sorpresa, e immeritatamente, il Celtic ha trovato il gol che gli ha permesso di accorciare momentaneamente le distanze. Rete messa a segno di testa da Lindsay, 2-1. Passano tre minuti e al 47’ il Tottenham trova finalmente la meritata terza rete, siglata dall’eccellente Holtby. Il primo tempo, quindi, finisce con gli inglesi in vantaggio 3-1.

Si fa più interessante, almeno sulla carta, la partita nel secondo tempo, grazie alle sostituzioni degli Spurs, che fanno entrare in campo: Erik Lamela, Emmanuel Adebayor, Aaron Lennon e Christian Eriksen. Ed è proprio il neo entrato Lamela, al 62’ , a rientrare da destra verso il centro del campo, lasciando partire una botta dal limite dell’area che, anche grazie a una deviazione fortuita di un difensore del Celtic, si è insaccata in rete, 4-1. La partita però, oltre al gol, non regala spettacolo, anzi. Ci si avvia quindi verso gli ultimi minuti della partita fra la noia generale. Ed è proprio nei minuti finali che, come era successo nel primo tempo, si è rianimato il match. Al 82’, magnifico gol da calcio di punizone di Eriksen, che si è insaccato all’incrocio dei pali. Gli Spurs non hanno pietà degli avversari e al 88’, su calcio di rigore, siglano il definitivo 6-1 con Adebayor. L’incontro non può finire peggio per gli scozzesi, che oltre al pessimo risultato racimolato, riescono anche a subire un’esplulsione per doppia ammonizione di Ambrose.

Non si possono trarre conclusioni da una partita di questo genere, visto il Celtic particolarmente rimaneggiato sceso in campo oggi. Sicuramente, gli Spurs hanno meritato la vittoria, ma considerate anche le tantissime assenze avversarie, potevano forse esprimere un gioco ancora migliore. Soprattutto considerando che, nel secondo tempo, la squadra di Pochettino ha potuto disporre in campo importanti titolari, che hanno permesso al club inglese di segnare ben tre gol, ma non di mostrare un bel gioco. Adesso, sarà interessante vedere se gli scozzesi sapranno farsi valere nel ritorno dei preliminari di Champions League, riuscendo a ribaltare il risultato dell’andata, che in questo momento li dà quasi per spacciati.

TOTTENHAM-CELTIC 6-1, VIDEO GOAL HIGHLIGHTS

http://www.dailymotion.com/video/x22o4ch_celtic-vs-tottenham-1-6-all-goals-international-friendly-02-08-14_sport

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.