Ucraina, riprende la Premier League: big come da pronostico

Nel passato week-end è ricominciata la Premier League per quello che,  senza dubbio, rappresenta l’anno zero del calcio ucraino dal 1991 anno dell’indipendenza ad oggi. Infatti i recenti ed ancora in corso conflitti nell’est del paese oltre alla secessione della Crimea hanno messo in ginocchio il calcio dell’ex granaio dell’URSS con l’emorragia di numerosi stranieri spaventati dalla possibile escalation del conflitto, con numerose squadre costrette a giocare le proprie partite in campo neutro e senza risorse in sede di mercato.

Detto ciò veniamo finalmente al calcio giocato e sottolineiamo come tutte le squadre favorite hanno vinto come da pronostico, a partire dall’anticipo di venerdì tra Metalurh Donetsk e Dnipro giocata alla Lviv Arena e finita 2-0 per gli ospiti allenati da Markevych, successore di Juande Ramos, con reti del gioiellino Konoplianka e del carioca Matheus su rigore. Sabato si sono giocati due incontri; nel primo vittoria “esterna” del Volyn che però ha giocato sul proprio campo di Lutsk, da qui le virgolette, con reti nel finale del romeno Bicfalvi e Babenko, che hanno ribaltato l’iniziale vantaggio siglato dal talentino Kulach su rigore. Nel secondo match ampia vittoria 4-0 dell’Odessa Chornomorets sui nepromossi dell’Olympyk Donetsk terza squadra della capitale del Donbass; reti siglate da Balashov e Gai entrambi autori di una doppietta .

La giornata di domenica si è aperta con il pareggio 2-2 tra la Zakarpattia ed il Karpaty, un punto buono sopratutto per gli ospiti che, nella sessione estiva del mercato, hanno perso in un colpo solo i due attaccanti Gladkiy e l’estone Zeniov passati rispettivamente allo Shakhtar ed al Blackpool. A seguire facile vittoria dei minatori di Lucescu alla Lviv Arena per 2-0 sul Metalurh Z. con reti di Luiz Adriano dopo un minuto e Gladkiy al 45′; nel terzo match domenicale sudata vittoria della Dynamo su una ostica Vorskla con rete di Bezus al 10′. A livello di gioco ancora non si vede la mano di Rebrov ma, probabolmente, è più un problema di mancanza di qualità nel parco giocatori sopratutto a centrocampo. Nell’ultimo match del primo turno vittoria esterna 2-1 del Metalist Kharkiv a Lugansk con la Zoria che, ricordiamo, ha appena superato il secondo turno preliminare di Europa League. E’ presto per fare un pronostico ma sembra che le quattro squadre che andranno a giocarsi il titolo nella poule scudetto usciranno da questi cinque nomi: Shakhtar, Dnipro, Dynamo, Metalist ed Odessa come nella passata stagione .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.