Germania-Argentina 1-0 (d.t.s.), le pagelle- Tedeschi campioni del Mondo a Go..Go..Götze!

Neuer – Non compie parate di rilievo,  graziato dagli attaccanti argentini, che falliscono almeno quattro nitide palle-gol. Gioca magistralmente da libero aggiunto, dando una mano agli acciaccati e stoici Boateng-Hummels. Superman! VOTO: 7

Lahm – Dopo la Champions League, alza al cielo la Coppa più bella, quella che regala gloria eterna. L’Argentina raddoppia e, talvolta, triplica, dalle sue parti. Fatica, ma cresce alla distanza. Capitano, mio capitano. VOTO: 6,5

Boateng – La squadra gioca molto alta e, complice l’assenza di un vero interditore a centrocampo, copre poco la zona centrale del campo. Jerome scende in campo in non perfette condizioni fisiche, ma gioca una partita generosa, pur soffrendo la velocità degli attaccanti argentini. Stoico. VOTO: 7

Hummels – Non è in perfette condizioni fisiche. E si vede. Dà tutto quel che può, chiudendo stremato al centoventesimo. Soffre anch’egli la velocità degli argentini, ma si riscatta con alcune chiusure pregevoli. Indomito. VOTO: 6,5

Höwedes – Diventa campione del Mondo da terzino sinistro, ruolo che, nello Schalke, non ha praticamente mai ricoperto, sballottato fra la fascia destra e la zona centrale. Non azzecca un cross che sia uno, ma mette l’anima e colpisce pure un palo con un imperioso colpo di testa. VOTO: 6,5

Kramer – Viene incluso nella squadra titolare all’ultimo minuto, complice l’infortunio di Khedira, ed esce, dopo mezz’ora, a causa di un brutto colpo alla testa. Sfortunato (ma comunque campione del mondo).  S.V.  SUBENTRATO —–>Schürrle – Pecca di concretezza per quasi tutto il match. Poi, al centotredicesimo, si inventa l’assist vincente per Götze. Gioca comunque una signora partita, ingaggiando un duello di alto livello con l’ottimo Zabaleta. L’uomo dell’ultimo passaggio. VOTO: 7

Schweinsteiger – Solo una parola: gladiatore VOTO: 8

Kroos -Molle, commette troppi errori banali (gravissimo l’assist di testa per Higuain) e fallisce un paio di nitide occasioni. Gioca un gran Mondiale, ma oggi, francamente, è il peggiore della Nationalmannschaft. Sufficienza di stima e per quanto esibito nei precedenti incontri. VOTO: 6

Müller – Gli manca solo il goal. Corre, svaria su tutto il fronte d’attacco, ripiega e si rende sempre prezioso. Thomas über alles. VOTO: 7,5

Klose – Partita maschia, fa a sportellate con gli arcigni difensori argentini e recupera due palloni sulla trequarti avversaria, che si tramutano in altrettante occasioni da goal per i tedeschi. Esce, stremato, fra i meritati e scroscianti applausi del Maracanà. Bomber vero. VOTO: 6,5  SUBENTRATO —-> Götze – Entra, mette a segno un gran goal che resterà, per sempre, nella storia della Germania e del calcio tedesco. Il golden-boy si è rivelato tale  nel momento più importante della sua carriera. E’ lui il vero Super-Mario. VOTO: 8

Özil – Si sacrifica nel primo tempo, dove spesso rientra per contenere le inventive di un indiavolato Lavezzi. Nella ripresa, complice l’uscita del Pocho e i ritmi decisamente più blandi, risulta preziosissimo nel possesso palla tedesco e si propone spesso come fulcro della manovra della squadra di Löw. Sforna anche due ottimi assist, uno dei quali non viene sfruttato a dovere da Kroos. Finalmente presente. VOTO: 6,5  SUBENTRATO —> Mertesacker – Entra negli ultimi secondi del match. S.V.

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.