Ungheria, ultima giornata: Debrecen perde e festeggia, Győri e Ferencváros in Europa League

Si è ufficialmente concluso la centoundicesima edizione del campionato ungherese. Molti dei verdetti, fino alla penultima giornata ufficiosi, sono diventati ufficiali, permettendo di scoprire quali squadre onoreranno l’Ungheria al di fuori dei confini nazionali, la prossima annata calcistica.

Il pareggio per 1 a 1 tra Pécsi e Haladás non modifica le posizioni in classifica delle due avversarie, decise a onorare comunque un impegno ininfluente, dal punto di vista del risultato. Le reti arrivano nei primi 15 minuti, grazie alle realizzazioni di Péter Pölöskey – quarta rete in campionato – per la squadra di casa e di Dvorschák per gli ospiti. Nel finale, il centrale difensivo Fehér viene espulso e salterà dunque il primo turno della prossima stagione con la maglia dell’Hali.

Altra partita senza nulla in palio è stata la sfida tra Pápa e Újpest. I viola hanno già centrato il loro obiettivo principale, vista come si è evoluta la stagione: la vittoria della Magyar Kupa, che ha assicurato loro un posto in Europa League. Il Lombard, dalla sua, vuole salutare il pubblico di casa con una vittoria e riesce nell’impresa, scavalcando nelle zone basse della classifica proprio la squadra di Nebojsa Vignjevic. Dopo 17 minuti sono i Lilák a passare in vantaggio con il gol del bosniaco Suljic; ma vengono raggiunti e superati nella seconda frazione di gioco, tra l’84’ e l’87’: a far gioire il pubblico del Perutz Stadion ci pensano Csizmadia e Kenesei.

L’MTK conferma l’ottimo finale di campionato, chiudendo la stagione in ottava posizione, dopo l’ennesima vittoria consecutiva. A cadere sotto i colpi dei ragazzi di Garami è il già retrocesso Kaposvári, che saluta la massima divisione magiara dopo 13 anni di permanenza. Il 2 a 0 finale è firmato Bese, autore di una splendida doppietta. L’attaccante centrale, classe 1994, è stato spesso utilizzato come riserva, ma ha dimostrato che, crescendo ancora, il prossimo anno potrà dire la sua.
Anche la Puskás Academy vince e convince, dimostrando di essersi pienamente meritata la permanenza nella NB I. In casa del più quotato Kecskémeti ci pensa Szakály, trequartista in prestito dal Videoton, a recuperare e superare nel punteggio il gol siglato nel primo quarto d’ora da Balázs.

La contemporaneità dei campi tra Győri e Debrecen era puramente formale, dal momento che, anche in caso di arrivo a pari punti, la differenza reti tra le due squadre rimaneva ampiamente favorevole al Loki. Infatti, il titolo di campione d’Ungheria è stato ufficialmente conquistato dal Debrecen, che festeggia la vittoria del campionato per l’ottava volta nella propria storia.
Festeggiamenti a parte, un brutto modo di salutare una stagione che li ha visti protagonisti indiscussi, insieme proprio ai biancoverdi, giunti secondi.
Contro un Honvéd in crisi di risultati e di gioco, la formazione messa in campo da Kondás risulta già mentalmente distante dalla partita, probabilmente già proiettata alla festa scudetto e alle vacanze incipienti. Dopo un primo tempo scialbo, infatti, sono i rossoneri a vincere il match nella seconda frazione, andando in gol con Vernes e Lorinczy, trequartista di 20 anni al primo gol in carriera. Segnali incoraggianti per l’Honvéd, che già da oggi dovrà pensare ad un mercato intelligente e scegliere la guida tecnica per la prossima stagione.Il Győri ci crede e lotta fino alla fine, raccogliendo a fine partita un sonoro 5 a 0 contro il Mezőkövesd, penultima in classifica e retrocessa in NB II. Alla fiera del gol si iscrivono Lang, Wolfe, Trajkovic, Djordjevic e Kronaveter, ma è tutto inutile: la differenza reti tra le due squadre rimane favorevole al Debrecen per 7 reti in più.
Győri che può comunque consolarsi con l’accesso al secondo turno preliminare di Europa League.

Il Videoton, per raggiungere l’obiettivo europeo avrebbe dovuto vincere in casa col DVTK e sperare nella debacle del Fradi, che ospitava il Paksi. Nessuno dei due risultati sperati è stato però raggiunto.
Il Vidi si ferma sull’1 a 1, dopo aver recuperato lo svantaggio iniziale di Futács (che saluta i propri tifosi e fa ritorno al Leicester) con il gol del capocannoniere stagionale del campionato, Nikolics, autore di 18 reti, al pari di Attila Simon.
Il Fradi accede invece al tabellone preliminare di Europa League, portando a casa tre punti e il terzo posto finale in campionato con la vittoria per 2 a 0.  Ad andare in gol per i biancoverdi, Bönig e Leonardo su rigore.

In NB II guadagnano le prime due posizioni e la promozione nella massima divisione magiara, il Nyíregyháza – trascinata dai 24 gol di Bajzát – e il Dunaújváros.

CLASSIFICA FINALE

# Squadra PG V PA PE SE SU DG PU
1 30 18 8 4 66 33 +33 62
2 30 18 8 4 58 32 +26 62
3 30 17 6 7 47 33 +14 57
4 30 15 8 7 52 31 +21 53
5 30 12 11 7 45 38 +7 47
6 30 12 10 8 37 31 +6 46
7 30 12 9 9 41 38 +3 45
8 30 11 7 12 42 36 +6 40
9 30 10 6 14 37 39 -2 36
10 30 9 9 12 36 51 -15 36
11 30 8 10 12 39 42 -3 34
12 30 9 6 15 32 50 -18 33
13 30 8 8 14 46 51 -5 32
14 30 8 7 15 36 51 -15 31
15 30 6 6 18 27 52 -25 24
16 30 4 7 19 21 54 -33 19

(foto tratta da futbol.hu)

About Simone Grassi 35 Articoli
Studente di Giurisprudenza, milanese, gobbo, amante di calcio a 360°. Ho collaborato e collaboro con Calcio2000, Goal.com, CalcioSudamericano.it. Curo il blog "Alla Fiera dell'Est - il (fanta)mercato del calcio".

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.