Ucraina , Shakhtar campione , Dnipro con un piede in Champions

shakhtar-champion-ukraine-premier-leagueUCRAINA – Si è giocata ieri la  penultima giornata di quello che, sicuramente, passerà alla storia come il più travagliato campionato Ucraino nell’era post Sovietica; infatti, la situazione politica del paese, ed in particolare dell’est della nazione, rende molte partite pericolose o addirittura non disputabili come nel caso di IllichivetsDynamo Kiev, giocata a campo inverso visto lo stato d’assedio in cui versa la città di Mariupol . La Federazione Ucraina vuole concludere il campionato prima delle elezioni del 25 Maggio, nella speranza che la pausa estiva possa rasserenare  la situazione del paese. Tornando al calcio giocato, la giornata ha sancito la matematica vittoria dello Shakhtar Donetsk (quinto titolo consecutivo nell’era Lucescu), che, nonostante le mancasse un solo punto, ha legittimato il titolo con un perentorio successo esterno 3-1 a Lugansk contro la Zoria (doppietta del Brasiliano Luiz Adriano e sigillo finale di Eduardo). In virtù di questo risultato, la Zoria rimane a 42 punti e viene scavalcata dal Metalurh Donetsk , vittorioso sul Metalurh Z.; il successo è maturata grazie alla doppietta del brasiliano e capocannoniere Moraes.

Negli altri match di giornata, vittoria in trasferta del PFC Sebastopoli a Lutsk 2-1 contro il Volyn,  pareggio 1-1 a Uzhgorod tra la Zakarpattia e l’Odessa Chornomorets (quest’ultima ormai sicura della qualificazione in Europa League), mentre la “grande malata” Dynamo Kiev ha superato 2-0 l’Illichivets al termine di un match giocato a Kiev per i motivi di cui sopra . Esaurite le partite con nulla in palio, l’attenzione di tutti era concentrata sugli ultimi due incontri, che vedevano impegnate le due squadre ancora in lotta per l’accesso ai play off di Champions: Dnipro e Metalist . Il confronto a distanza è stato oltremodo emozionante, con le due squadre impegnate a superarsi a vicenda. Al 53’ della ripresa, il Metalist conduceva 3-2 in trasferta sul Karpaty, mentre la Dnipro – ridotta in 10 per l’espulsione del capitano Rotan –  perdeva 1-0 a Poltava contro il Vorskla e quindi era sopravanzata di un punto dal Metalist . A questo punto, però, la Dnipro tirava fuori l’orgoglio e segnava 4 reti nell’arco di 20 minuti con – in successione –  Konoplianka, Zozulia e doppietta del brasiliano Matheus.

Oltre a chi si qualificherà per la Champions, resta ancora da decidere chi scenderà in seconda divisione ; il Metalurh Z., che nell’ultima giornata osserverà un turno di riposo a causa del fallimento dell’Arsenal Keiv,  mantiene un vantaggio di due punti sul Tavria Sinferopoli, che nella prossima ed ultima giornata ospiterà l’Illichivets, compagine, classifica alla mano, senza grandi motivazioni . Ecco il dettaglio degli incontri giocati :

VOLYN – PFC SEBASTOPOLI 1 – 2
Kuznetsov 51’ (S) ; Matei 84’ (V) ; Kovpak 86’ (S)
ZORIA – SHAKHTAR 1 – 3
Luiz Adriano 16’ 29’ (S) ; Bartulovic 45’ (Z) ; Eduardo 92’ (S)
ZAKARPATTIA – CHORNOMORETS 1 – 1
Antonov 24’ (C) ; Sharpar 93’ (Z)
METALURH D. – METALURH Z. 2 – 0
Moraes 35’ 40’
ILLICHIVETS – DYNAMO 0 – 2
Vukojevic 12’ ; Ideye 80’ rig
KARPATY – METALIST
Gomez 7’ (M) ; Bartulovic 9’ rig (K) ; Zeniov 23’ (K) ; Cleiton Xavier 38’ rig 53’ rig 85’ (M)
VORSKLA – DNIPRO 1 – 4
Chesnakov 16’ (V) ; Konoplianka 68’ (D) ; Zozulia 80’ (D) ; Matheus 89’ 92’ (D)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.