Gambrinus Liga, Rep.Ceca: Sparta campione, Slavia ad un passo dalla salvezza

GAMBRINUS LIGA- Il campionato in Repubblica Ceca si appresta a volgere al termine e a 3 giornata dal termine arriva il primo verdetto: lo Sparta Praga vince la Gambrinus Liga 2013/2014. La squadra di Lavicka subisce la prima sconfitta stagionale allo stadio Na Stinadlech di Teplice, ma riesce a portare comunque a casa il 36° titolo della sua ultracentenaria storia grazie al pareggio rimediato dal Viktoria Plzen sul campo del Baumit Jablonec.

Ma andiamo per ordine. Lo Sparta Praga affronta in trasferta un Teplice a caccia di punti nel tentativo di rimonta nei confronti del Mlada Boleslav, alla ricerca del 3° posto valevole per l’Europa League. Lavicka schiera il miglior undici a disposizione, ma dopo soli 8 minuti i gialloblu di casa passano in vantaggio con Litsingi che, servito dal compagno di reparto Nivaldo, dal limite dell’area piccola realizza il gol del vantaggio con una splendida semirovesciata. La partita viene interrotta per qualche minuto a causa del lancio di fumogeni da parte dei supporters dello Sparta. Alla ripresa del gioco il Teplice sfrutta ottimamente un contropiede innescato da Vachousek e raddoppia con un tiro di sinistro di Nivaldo, che termina nell’angolo alla sinistra di Vaclick. Passa qualche minuto ed esattamente al 40’ arriva il tris dei padroni di casa: sul cross di Krob interviene con ottima scelta di tempo David Jablonsky, che di testa realizza la rete del 3 a 0. Ma nel 6° dei 13 minuti di recupero assegnati dal direttore di gara a causa della sospensione, lo Sparta Praga riapre il match con il gol di Husbauer. Nella ripresa la formazione di casa riesce a contenere gli attacchi degli avversari. Il match finisce sul risultato di 3 a 1 in favore del Teplice. Grazie alla sconfitta dei granata, il Viktoria Plzen ha dunque la grossa chance di rinviare la festa scudetto dei capitoli portandosi a -7 a 3 giornate dal termine, ma fallisce l’occasione pareggiando in casa del Baumit Jablonec. La squadra di Uhrin passa in svantaggio dopo 27 minuti con Kopic, ma 8 minuti più tardi ci pensa Tecl a sistemare le cose, realizzando il gol del pari. Nella ripresa non accade più nulla fino all’86’: sul cross di Hubnik, Kopic interviene in allungo e batte Kozacik con uno splendido pallonetto. Passano appena 120” e il Viktoria pareggia con un tiro di Patrik Hrosovksy, che realizza il definitivo 2 a 2.  Grazie a questo risultato lo Sparta Praga torna a laurearsi campione della Gambrinus Liga dopo ben 4 anni.

Sente profumo d’Europa il Mlada Boleslav, che al termine di un match sofferto, batte davanti il proprio pubblico l’ultima della classe, il Bohemians 1905 e si porta a 2 punti dalla certezza di partecipare ai preliminari della prossima Europa League. La rete decisiva è realizzata al 31’ minuto della prima frazione di gioco da Lukas Magera che, sull’assist di Bartl, dal limite dell’area piccola realizza il tap in vincente. Il Mlada sale a quota 50, + 8 sul Teplice, mentre il Bohemians 1905 resta ultimo a 23 punti. Ora la zona salvezza dista 4 punti, e la permanenza della squadra capitolina nella prossima Gambrinus Liga appare sempre più difficile.

Lo Slovan Liberec dà addio alle ultime chance europee rimaste con la sconfitta per 4 a 1 rimediata sul campo dello Znojmo. Eppure la gara si era messa bene per gli ospiti: al 49’ Pavelka con uno splendido colpo di testa batte il portiere di casa e porta i suoi in vantaggio. Ma da qui, lo Znojmo domina l’incontro. Prima Crnkic al 58’ e poi Cihlar 4 minuti più tardi ribaltano l’incontro, mentre nel finale Vasicek realizza una doppietta, che assicura allo Znojmo 3 punti fondamentali in chiave salvezza. La squadra di Michal Sobota si porta a quota 27, a +2 dalla penultima piazza, occupata dal Sigma Olomouc, e negli ultimi 3 punti si giocherà le sue ultime possibilità di permanenza nella massima serie.

E proprio il Sigma Olomouc, nel posticipo del lunedì si fa rimontare ed esce sconfitto clamorosamente nei minuti di recupero dallo scontro salvezza con il Banik Ostrava, giocato tra le mura amiche dell’Andruv Stadion. La squadra di Ladislav Minar sblocca il risultato al 14’ del primo tempo con il terzino destro Varadi, mentre 4 minuti più tardi Navratil realizza il gol del 2 a 0. Ma a cavallo tra il primo ed il secondo tempo il Banik Ostrava riporta in equilibrio il risultato: nel secondo minuto di recupero della prima frazione di gioco, Kasa riapre il match con il gol del 1 a 2. E appena 120” dalla ripresa del gioco, dopo l’intervallo, Stepan realizza la rete del 2 a 2 e riporta il match in parità.  Ma a gelare l’intero stadio di casa ci pensa il brasiliano Azevedo che nel 3° minuto di recupero, dopo il 90’, sigla il gol del  3 a 2 in favore del Banik Ostrava. Vittoria importantissima per gli ospiti, che si porta a quota 28, mentre i padroni di casa del Sigma restano a 25, in piena zona retrocessione.

Seconda vittoria consecutiva per lo Slavia Praga, che supera 3 a 0 il Marila Pribram e vede sempre più vicina la salvezza. La squadra di Alex Pastoor passa in vantaggio dopo soli 5 minuti con un tiro dal limite dell’area di Robert Hruby che termina all’incontro dei pali. Lo Slavia continua ad attaccare e va vicino alla rete in un paio di occasioni, ma il Marila è vivo e si rende pericolosissimo al 49’ con Pilik, che da pochi passi calcia a botta sicuro: il miracolo di Cerny vanifica la sua conclusione. Al 55’ il gioco viene interrotto per qualche minuto: i tifosi dello Slavia, nonostante il vantaggio, chiedono e ottengono di parlare con il capitano della loro squadra Pitak. E dopo qualche minuto, i giocatori di Slavia Praga e Marila Pribram tornano in campo e riprendono il gioco. Al 71’ lo Slavia raddoppia con un colpo di testa di Tomas Necid, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Nitriansky. E a 2 minuti dal termine, Juhar realizza il tris battendo con un pallonetto il portiere ospite Hruska. L’incontro finisce 3 a 0. Lo Slavia sale a 29 punti, uno in più rispetto al Marila Pribram. Vince anche il Vysocina Jihlava, che in casa supera 2 a 1 lo Zbrojovka Brno e ottiene la salvezza matematica. Il match si sblocca dopo soli 9 minuti con un colpo di testa Haris Harba che batte Dolezal. Al 27’ lo Zbrojovka pareggia con un grandissimo gol di Fischer: il centrocampista 31enne lascia partire dal limite dell’area di rigore un gran tiro di esterno destro che si insacca nell’angolo alla destra del portiere Hanus. Nella ripresa arriva il gol partita per i padroni casa. Al 53’ Kucera arriva sul fondo e crossa in mezzo; il difensore dello Zbrojovka Schuster, nel tentativo di anticipare gli avversari, devia la palla nella propria porta, realizzando uno sfortunato autogol. Il risultato non cambia fino al termine del match. Il Vysocina Jihlava si porta a 34 punti, mentre lo Zbrojovka nonostante la sconfitta rimane ad un passo dalla salvezza: alla squadra di Kotal basterà conquistare 3 punti negli ultimi 3 incontri per guadagnarsi la permanenza nella massima serie.

Nell’anticipo del venerdì, Dukla Praga e Slovacko si dividono la posta in palio al termine di un match ricco di emozioni. Nonostante le tante occasioni capitate in precedenza alle due squadre, il match si sblocca solo nei minuti finali. I padroni di casa passano in vantaggio al 85’ con un colpo di testa di Pospech sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti  battuto da Berger. Sembra fatta per il Dukla ma all’89’ arriva il meritato pareggio dello Slovacko. Dopo una splendida azione personale di Dosek, il portiere di casa Rada respinge il tiro di Kerbr da pochi passi, ma non può nulla sulla successiva ribattuta di Petr, che realizza l’1 a 1 finale. Dukla Praga e Slovacko dunque continuano a viaggiare a braccetto in classifica: la prima sale a quota 35, uno in meno rispetto agli ospiti guidati da Habanec.

 

GAMBRINUS LIGA – 27° TURNO

DUKLA PRAGA – SLOVACKO 1-1 (85’ Pospech, 89’ Petr) [Venerdì, 18.00]
SLAVIA PRAGA – MARILA PRIBRAM 3-0 (5’ Hruby, 71’ Necid, 88’ Juhar) [Venerdì, 20.15]
ZNOJMO – SLOVAN LIBEREC 4-1 (49’ Pavelka, 58’ Crnkic, 62’ Cihlar, 86’ Vasicek, 92’ Vasicek) [Sabato, 16.30]
TEPLICE – SPARTA PRAGA 3-1 (8’ Litsingi, 34’ Nivaldo, 40’ Jablonsky, 51’ PT Husbauer) [Sabato, 20.15]
MLADA BOLESLAV – BOHEMIANS 1905 1-0 (31’ Magera) [Domenica, 17.00]
VYSOCINA JIHLAVA – ZBROJOVKA BRNO 2-1 (9’ Harba, 27’ Fischer, 53’ Schuster[AG]) [Domenica, 17.00]
BAUMIT JABLONEC – VIKTORIA PLZEN 2-2 (27’ Kopic, 35’ Tecl, 86’ Kopic, 88’ Hrosovsky) [Domenica, 19.00]
SIGMA OLOMOUC – BANIK OSTRAVA 2-3 (14’ Varadi, 18’ Navratil, 47’ PT Kasa, 47’ Stepan, 93’ Azevedo) [Lunedì, 18.00]

CLASSIFICA

Sparta Praga 70; Viktoria Plzen 61; Mlada Boleslav 50; Teplice 42; Slovan Liberec 41; Slovacko 36; Dukla Praga 35; Baumit Jablonec 34; Vysocina Jihlava 34; Zbrovkoja Brno 30; Slavia Praga 29; Banik Ostrava 28; Marila Pribram 28; Znojmo 27; Sigma Olomouc 25; Bohemians 1905 23.

(foto tratta da gambrinusliga.cz)




About Alessandro De Felice 134 Articoli
Laureato in Mediazione Linguistica, amo viaggiare e il 'football' di ogni angolo del mondo. Laziale fino al midollo, fin da bambino coltivo la passione per il giornalismo di ogni genere, con una particolare preferenza per quello sportivo. Con grande orgoglio, conto diverse collaborazioni online e sulla carta stampata. Grazie a Tuttocalcioestero.it ho scoperto la magia del calcio della Repubblica Ceca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.