New England batte Toronto, inizio opaco per i canadesi

Al momento non bastano gli acquisti di Julio Cesar, Bradley, Defoe e Gilberto a Toronto per prendere il volo verso la testa della classifica della Eastern Conference. 3 vittorie e 4 sconfitte non possono essere un risultato del quale essere felici per la squadra con lo stipendio più alto della lega.

Nella partita di questa sera, disputata alle 19 italiane, i canadesi erano partiti benissimo con il vantaggio di Jackson (dopo due errori sotto porta di Gilberto) con un destro deviato da AJ Soares.

La franchigia del Massachusetts è tornata in gara grazie ad un bolide imprendibile del rookie Patrick Mullins che Nelsen, allenatore di Toronto ed ex calciatore di Blackburn e Tottenham, ha definito come conclusione di “classe mondiale” nella conferenza post partita. Certo è che Henry, centrale di Toronto, sbagliando nell’impostazione dell’azione ha concesso a Kobayashi di intercettare palla a centrocampo e di servire Mullins sulla trequarti.

Nel secondo tempo per un fallo di mano di Henry su tiro di Mullins l’arbitro ha concesso il rigore. Dal dischetto Nguyen che non ha lasciato scampo a Julio César.

New England sale a 14 punti in 9 partite. Migliore in campo senza dubbio Patrick Mullins con il suo primo goal nella MLS.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.