Epilogo greco: Apollon retrocesso, Skoda al playout. Al via i playoff di fuoco

L’epilogo della Super League greca non regala troppe sorprese: retrocede l’Apollon, lo Skoda va ai playout, mentre il Panathinaikos non riesce a scalzare dal secondo posto il Paok. Entrambe, però, saranno protagoniste nei playoff per l’Europa con Atromitos e Asteras: sarà un girone all’italiana con le prime tre citate a partire con due punti e l’Asteras a zero punti; la prima accederà alla Champions, le due successive all’Europa League, mentre l’ultima resterà a bocca asciutta.

L’Olympiakos chiude la stagione con una vittoria casalinga e condannando, contemporaneamente, il neopromosso Apollon al ritorno nella seconda serie ellenica: match, nonostante l’assenza di motivazioni, dominato dai biancorossi, che sfiorano il gol nel primo tempo con Campbell (traversa sfiorata di mancino) e Valdez (traversa piena con un destro al volo) e non soffrono mai le rare avanzate degli ospiti; gol vittoria segnato quasi allo scadere dal neoentrato Saviola (appena rientrato dopo il lungo infortunio) sugli sviluppi di un corner.

L’appendice dei playoff vedrà impegnate le quattro squadre a seguire il club del Pireo. Il Paok, infarcito di riserve, viene sconfitto sul campo di un Levadiakos alla sesta vittoria casalinga consecutiva: i bianconeri vanno sotto 3-0 nella prima mezz’ora di gioco per poi salvare parzialmente la faccia nella ripresa. L’Atromitos ritorna alla vittoria, dopo un solo punto negli ultimi tre turni, grazie alla decisiva doppietta dell’argentino Umbides, a segno con due splendide conclusioni di destro. Il Panathinaikos cade sul campo di uno Skoda in cerca della salvezza in una gara condizionata dall’espulsione al quarto d’ora del centrale dei “verdi” Koutroumbis.  L’Asteras, come il “Trifoglio”, viene sconfitto sul campo di una squadra con la motivazione extra della salvezza, il Veria.

Come detto sopra, dopo l’Aris retrocede anche l’Apollon, nonostante l’arrivo in panchina del nordirlandese Sanchez che ha dovuto anche ambientarsi in un calcio a lui sconosciuto, mentre si salvano il Platanias (basta il pareggio senza reti sul campo del Panionios, ma fondamentali le precedenti tre vittorie di fila nei turni precedenti) e il Veria (il trequartista Vergonis firma la vittoria salvezza, meritata visto l’unica sconfitta negli ultimi dieci turni) evitando pure i playout, che invece dovrà affrontare lo Skoda Xanthi, incappato in ben otto sconfitte negli ultimi dodici turni.

Veria 1:0 Asteras Tripolis (78’ Vergonis)
Aris Salonicco 0:0 Giannina
Panionios 0:0 Platanias
Olympiacos 1:0 Apollon Smyrnis (88’ Saviola)
Panetolikos Agrinio 1:0 OFI Kreta (63’ Rodrigo Galo)
Ergotelis 3:0 AEL Kalloni (29’ Bouchalakis, 37’ Kubik, 64’ Diamantakos)
Skoda Xanthi 3:1Panathinaikos (18’ rig, 22’ Solari, 51’ Mandalos; 31’ Klonaridis)
Panthrakikos Komotini 1:3Atromitos (63’ Zdravos; 19’, 78’ Umbides, 70’ Papadopoulos)
Levadiakos 3:2 PAOK Salonicco (14’ Varela, 17’ Milosavljev, 29’ Konè; 47’ Oliseh, 91’ Vukic)

Olympiakos 86; Paok 69; Panathinaikos 66; Atromitos 66; Asteras 58; Ofi 44; Ergotelis 44; Panetolikos 42; Levadiakos 42; Panthrakikos 41; Giannina 41; Kalloni 39; Panionios 39; Platanias 38; Veria 38; Xanthi 38; Apollon 36; Aris 22.

 

 

(foto tratta da www.olympiacos.org)

COPY CODE SNIPPET
About Edoardo Buganza 337 Articoli
(Ar)redattore per Tce dal marzo 2014, seguo in particolare i campionati dell'Est europeo come Polonia, Turchia e Grecia. Genovese, esterofilo, aspirante osservatore, sospirante milanista.
Contact: Google+

1 Commento su Epilogo greco: Apollon retrocesso, Skoda al playout. Al via i playoff di fuoco

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.