Campionati Statali di Brasile: flop Santos e Grêmio, Flamengo in extremis; pari vincente per il Cruzeiro

Si chiude la finestra degli Statali di Brasile, una sorta di rampa di lancio per gustarsi appieno l’inizio dell’imminente e sempre emozionante Brasileirao 2014.

Iniziamo dal Santos che, un po’ a sorpresa, lascia alzare il trofeo all’Ituano, una vera e propria scalata compiuta dai Rubro-Negro di Itu che dopo aver eliminato avversari del livello del Botafogo SP e – soprattutto – dell’ottimo Palmeiras, non si risparmia neanche di fronte al grande Santos, prima rischiando la rimonta dei padroni di casa che terminano la gara con un 1-0 speculare al risultato negativo d’andata, poi sfruttando i calci di rigore, credendoci fino all’ultimo, anche quando Salles complica notevolmente la strada agli ospiti e approfittandone infine grazie agli errori di Rildo e, da ultimo, Neto. Il Paulista è tutto loro, complimenti al Galo di Itu.

Nel Carioca l’ultimo atto ripete il percorso dell’andata, un primo tempo sofferto per i rossoneri, una ripresa sicuramente migliore ma che vede ancora una volta andare in vantaggio proprio il Vasco con Douglas che sfrutta al meglio un calcio di rigore; la strada sembrerebbe già segnata, ma proprio allo scadere del tempo regolamentare Marcio Araujo riesce a donare la gioia finale ai suoi, è festa grande per il Flamengo e non potrebbe essere altrimenti nell’alzare il Carioca al cielo dopo una gara così sofferta.

Non fatica troppo, invece, nel Gaucho l‘Internacional di Porto Alegre che, dopo una mezz’ora di equilibrio apre le marcature e pian piano dilaga arrivando persino al poker macchiato nel finale solo dal gol di Barcos, l’unica rete firmata Tricolor (clicca qui per vedere la cronaca della partita). Il risultato complessivo recita 6-2 per il Colorado e sembra quasi non si sia trattato di una finalissima ma di una semplice amichevole dell’Inter.

Le emozioni non mancano anche a Belo Horizonte, dove va in scena la finale di ritorno tra Atlético Mineiro e Cruzeiro; ciò che latita, invece, è certamente il gol: 0-0 finale – come quello dell’andata – che dà tuttavia ragione alla Raposa che non stanca di alzare trofei, mette in bacheca anche questo Mineirao, forse non il più bello e largo, ma tuttavia meritato. Ogni voglia di rivalsa e di rivincita è rimandata, ma non di molto, al Brasileirao 2014.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.