Chelsea, Mourinho: ‘City decide suo destino, noi no’

Ricordate quando Mourinho diceva che il Chelsea non doveva puntare al titolo? E’ passato un po’ di tempo, nel mezzo tanti punti conquistati dai suoi, molto importanti i tre ottenuti ieri contro lo Stoke (clicca qui per la cronaca) che valgono nuovamente la vetta della classifica. “Abbiamo cinque partite da giocare in Premier League e dobbiamo provare a vincerle tutte e dopo aver provato a vincere partita dopo partita – afferma il portoghese – a fine stagione vedremo quanti punti abbiamo e quale è la nostra posizione”.

Secondo lo Special One l’esito finale è legato a risultati altrui: “Noi non dipendiamo da noi stessi e non lo abbiamo mai fatto. Dipendiamo troppo dagli altri risultati. Dobbiamo ancora vedercela col Liverpool, quindi abbiamo una partita in cui abbiamo tre punti da giocarci con loro. Con il Manchester City non dobbiamo giocare quindi loro hanno il destino nelle loro mani e l’unica cosa che possiamo fare è continuare a vincere”.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.