Super League greca: Paok e Olympiakos di misura, tonfo Asteras

Il ritorno in campo un paio di giorni dopo il turno infrasettimanale non riserva grosse sorprese Super League greca: vittorie di misura per Olympiakos e Paok, pari deludente nel big match tra le terze a pari merito Atromitos-Panathinaikos.

Il testa-coda finisce con la vittoria dell’Olympiakos fresco campione di Grecia che però, senza motivazioni, la raggiungono solo nel finale contro l’Aris già retrocesso (e rischiando pure di subire gol, traversa di Manias) grazie ad un cross di Holebas deviato in rete dal paraguaiano Valdez, al sesto gol in otto match. Più convincente la vittoria del Paok sul campo del neopromosso Kalloni al quinto ko negli ultimi cinque turni: i bianconeri dominano la prima mezz’ora (traversa di Salpingidis) ma subiscono a sorpresa il gol degli ospiti firmato dall’argentino Perrone su pregevole assist del brasiliano Leozinho; nella ripresa è rabbiosa la reazione dei padroni di casa che concretizzano però solo nel finale con due subentrati dalla panchina, prima un destro del serbo Vukic poi una giocata sottoporta del 18enne Koulouris (fino ad oggi aveva giocato solo dieci minuti in tutto il campionato).

Col minimo sforzo così il Paok porta a casa tre punti e distacca di due la coppia Panathinaikos e Atromitos che, nel big match di giornata: delude il derby ateniese il cui risultato di 0-0 è la logica conseguenza delle poche occasioni create dalle due compagini (una punizione dello spagnolo Nano fuori di poco per i “Verdi”, un colpo di testa di Tavlaridis che sfiora il palo per i blu padroni di casa) che si riabilitano in parte solo nel finale con un’occasione per parte, prima Karelis colpisce una clamorosa traversa di destro solo a centroarea poi il romano Napoleoni a pochi passi dalla porta colpisce di testa mandando alto sulla traversa.

L’Asteras si conferma squadra discontinua, infatti dopo aver vinto nello scorso turno sull’Olympiakos perde sul campo di una squadra in lotta per non retrocedere come il Panionios (reduce da una sola vittoria nei precedenti cinque turni): i rossoblù vanno subito in vantaggio con un’incornata di Giannou che alla mezz’ora propizia il raddoppio con una bello spunto sulla destra e assist al bacio per capitan Aravidis (undicesimo centro stagionale), il tris che chiude il match già nel primo tempo è firmato da un gran destro al volo del classe ’92 Dounis.

Sempre più avvincente la lotta salvezza: il Panetolikos si salva con il pareggio interno contro il Veria che, nonostante porti a casa il settimo risultato utile negli ultimi otto turni, si ritrova penultimo in classifica visti gli inattesi exploit di Apollon (3-2 sul campo del Panthrakikos, seconda doppietta consecutiva del bomber Petropulos) e del Platanias (3-2 allo Xanthi Arena, ancora in gol i due gioielli, in prestito dall’Olympiakos, Vlachodimos e Katai); salvi pure il Levadiakos vittorioso sull’Ofi già salvo per 2-1 (a segno ancora l’ivoriano Konè, al quarto gol negli ultimi cinque match giocati) e il neopromosso Ergotelis che batte e mette nei guai il Giannina.

Panetolikos 0:0 Veria
Panionios 3:0 Asteras Tripolis (6’ Giannou, 29’ Aravidis, 42’ Dounis)
Atromitos 0:0 Panathinaikos
PAOK Salonicco 2:1 AEL Kalloni (73’ Vukic, 84’ Koulouris; 36’ Perrone)
Ergotelis 1:0 Giannina (72’ rig. Chandi)
Panthrakikos 2:3 Apollon Smyrnis (11’ Tzanis, 60’ aut. Kanakoudis; 17’ Korbos, 27’, 76’ rig. Petropoulos)
Levadiakos 2:1 OFI Kreta (8’ Konè, 32’ Mantzios; 30’ Makris)
Olympiacos Pireo 0:0 Aris Salonicco
Skoda Xanthi 2:3 Platanias (48’ Soltani, 79’ rig. Solari; 4’ Torres, 35’ Vlachodimos, 77’ Katai)

Olympiakos 83; Paok 66; Atromitos 63; Panathinaikos 63; Asteras 57; Panthrakikos 41; Ofi 41; Ergotelis 41; Panetolikos 39; Levadiakos 39; Panionios 38; Giannina 37; Kalloni 36; Xanthi 35; Platanias 34; Apollon 33; Veria 32; Aris 20.

COPY CODE SNIPPET
About Edoardo Buganza 337 Articoli
(Ar)redattore per Tce dal marzo 2014, seguo in particolare i campionati dell'Est europeo come Polonia, Turchia e Grecia. Genovese, esterofilo, aspirante osservatore, sospirante milanista.
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.