Preview Primera División: San Lorenzo e Vélez insidiano la capolista, Boca e River per uscire dall’oblio

Mauro Zárate in Argentina fa semplicemente la differenza! (foto: olé.com.ar)

In Argentina è tempo di Primera División. Il campionato è iniziato da poche settimane ma siamo già giunti all’ottava giornata. Si vola, liberi e incontaminati, tra le meraviglie del suolo argentino. La Primera ama coglierci di sorpresa, ogni settimana, ogni giorno che passa. Terra lontana, ricca di sogni e speranze tanto semplici e puri quanto potenti e affascinanti. Ma passiamo alla presentazione della giornata.

Nell’anticipo del venerdì sera il Vélez Sarsfield affronterà l’Atlético Rafaela dell’eroe di Messico ’86, Jorge Burruchaga: il campo è di quelli ostici ma l’undici titolare del Fortín è  bello e riposato (in Copa hanno infatti giocato le riserve) cosicché punterà deciso alla conquista del primato.
San Lorenzo contro Colón è lo scontro diretto per il vertice: è proprio in questo match che il Sabalero potrebbe crollare e veder svanire un sogno durato sette interminabili giornate. Una vittoria del Ciclón catapulterebbe i vincitori dello scorso Inicial in testa alla classifica a discapito, ovviamente, dei rivali di giornata.
C’è un’altra sfida che potrebbe sancire il nuovo leader: il derby di La Plata tra Gimnasia ed Estudiantes. Il personaggio più assente, Juan Sebastián Verón, sarà assente ma ciò non modificherà di una virgola l’atmosfera che invaderà la città per più di ventiquattro ore. Un involucro fatto di garra, tecnica e passione pervaderà il Bosque, casa del Gimnasia. Quest’ultimo tenterà di procurarsi i tre punti, provviste necessarie per sopravvivere nell’inferno della Primera. L’Estudiantes, in caso di vittoria, avrà possibilità di raggiungere la vetta (solo se San Lorenzo e Vélez non dovessero fallire).
TigreGodoy Cruz è un affare complicato per la salvezza. Le energie della squadra di casa riservate sulla solidità difensiva hanno prosciugato il reparto offensivo, colpito da una siccità che non conosce fine. All’orizzonte si intravede un Tomba più sbarazzino davanti ma più ballerino dietro. È ora che piovano gol in quel di Victoria.
L’Arsenal, rinfrancato dal successo (quasi) decisivo sul Peñarol in Copa Libertadors, affronterà più sollevato ma non meno concentrato il Rosario Central, che calcherà il Viaducto voglioso di tornare ad assaporare il dolce sapore della vittoria che manca da quattro partite. Detto questo anche alla formazione di Alfaro servono punti, un antidoto che eluda il maledetto veleno delle prime giornate che ha relegato i rossoazzurri nelle ultime posizioni.
Il Lanús sta pian piano risalendo la classifica e se la vedrà, alla Fortaleza, con un Quilmes reduce dai fattacci della settimana scorsa, nei quali la guerra civile tra fazioni della tifoseria del Cervecero l’ha fatta da padrone.
Il Belgrano, data la tranquillità conferitagli dall’eccellente posizione ottenuta nel promedio, giocherà con la leggerezza d’animo che possiede solo una squadra sicura dei propri mezzi che non ha nulla da perdere e fronteggerà l’Olimpo ammazzagrandi, che viene dall’ormai poco sorprendente successo ai danni del Newell’s.
Proprio il Newell’s dovrà riscattare una brutta sconfitta che ha macchiato le precedenti sensazionali prestazioni: di fronte troverà un Racing da troppo tempo entrato nel tunnel della disperazione. Il Racing promette ma non mantiene. Vuole ma non può. Squadra mentalmente labile, facile preda per i propri rivali. Occhio, dunque, alla Lepra, un ciclone che potrebbe risucchiare definitivamente una squadra distrutta e scaraventarla negli inferi a raschiare il fondo del barile.
Boca Juniors e River Plate, le due squadre più importanti e blasonate d’Argentina. Buenos Aires città è in crisi, calcisticamente parlando. I due club stanno affogando, il mare è profondo e la temperatura dell’acqua estremamente gelata. La scorsa settimana sono arrivate due ancore di salvataggio per entrambe, ora è il momento di afferarle e nuotare con determinazione fino alla riva. Argentinos Juniors e All Boys gli ennesimi ostacoli rognosi che offuscano la vista della terraferma. Sta ai due giganti del calcio argentino superare questi ostacoli e riemergere dall’oblio. 

Programma delle partite

Venerdì:
– 23.10 Atlético Rafaela-Vélez Sarsfield

Sabato:
– 20.00 Tigre-Godoy Cruz
– 22.10 Belgrano-Olimpo

Domenica: 
– 00.30 San Lorenzo-Colón
– 19.00 Gimnasia LP-Estudiantes
– 21.00 Arsenal Sarandí-Rosario Central
– 21.00 Newell’s Old Boys-Racing Avellaneda
– 22.15 Boca Juniors-Argentinos Juniors

Lunedì:
– 1.30 All Boys-River Plate
– 23.10 Lanús-Quilmes

About Alex Alija Cizmic 234 Articoli
21enne perennemente indeciso sulla strada da seguire. Marchigiano di origini bosniache e innamorato del Sudamerica, amo definirmi cittadino del mondo. Da poco ho conosciuto la passione per il giornalismo calcistico che mi ha folgorato... Sudamerica es mi pasión, Argentina es mi nación!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.