Super League Grecia: Olympiakos ancora ko, punito dal Paok

Una frenata comprensibile quella dell’Olympiakos che, dopo il k.o casalingo nel derby col Panathinaikos perde anche a Salonicco; il club del Pireo, che non aveva mai perso in campionato (ne aveva invece vinte tutte tranne tre pareggi finora) ne perde due di fila e fa un po’ effetto anche se il primato e l’ipoteca sul titolo nazionale resta ben saldo (+ 16 sulle seconde).

Il Paok torna forte tra le mura amiche (un punto nelle ultime cinque trasferte) e centra la sesta vittoria di fila, l’ultima certamente la più prestigiosa: battuto l’Olympiakos, certamente distratto dallo storico ottavo di ritorno in Champions’ contro il Manchester United, in un match, nonostante le varie assenze da una parte (Lino, Maduro, Stoch) e dall’altra (Marcano, Holebas, Maniatis, Dominguez tenuti a riposo e gli infortunati Saviola e Olaitan) tutto sommato godibile. Allo stadio Toumbas primo tempo predominio dei padroni di casa (la prima senza Stevens, in panchina c’era il “traghettatore” Georgiadis) che costruiscono la palla-gol più ghiotta, un destro di Athanasiadis ben respinto da Roberto; pochi minuti dopo però ecco il vantaggio degli ospiti: il paraguaiano Perez (entrato a match iniziato per l’infortunato Ibagaza) dalla sinistra appoggia al limite per Samaris che con un prodigioso destro centra il sette. Passa però solo un altro paio di minuti e il match torna in parità: Manolas “cicca” l’intervento al limite della sua area e Atahanasiadis non perdona insaccando di destro. Ad inizio ripresa un brutto episodio (pugno in faccia Insaurralde a Ndinga, argentino solo ammonito) che non pregiudica la pressione bianconera che sfocia nel finale nel gol vittoria del terzino Tzavellas su corta respinta del camerunense Bong.

Tiene il passo del Paok l’Atromitos che rifila un netto poker al Panionios: gli ateniesi (un solo ko negli ultimi 17 turni) confermano l’ottimo stato di forma chiudendo il match in circa venti minuti. In avvio il bomber Papadopoulos incorna il vantaggio su assist di Umbides, raddoppio di capitan Nastos su assist dello stesso Papadopoulos che chiude il match al 26° su assist di Brito; nella ripresa l’argentino Umbides cala il poker con un tap-in su respinta del portiere Anestis. Poker anche per il Panathinaikos che, entusiasta della vittoria nel derby, si sbarazza del fanalino di coda Aris: primo vantaggio di Berg (su cross basso di Nano) poi gli ospiti reagiscono guadagnandosi un rigore (fallo di Mendes su Ikonomopoulos, ma rigore fallito dal numero dieci Tatos) e poi segnando il pari con Manias (tap-in su respinta corta di Kapino) ma, nel loro peggior momento, ecco il nuovo vantaggio dei “Verdi” grazie a Klonaridis su assist del portoghese Zeca; nella ripresa sale in cattedra ancora lo svedese Berg che con una doppietta (tredici gol per l’ex Amburgo) firma la vittoria del “Trifoglio”. Vince anche, con molti più patemi, l’Asteras che espugna Xanthi con un gol dell’argentino Barrales tornando a vincere fuori casa dopo due ko esterni di fila.

Dietro ai gialloblù una gran bagarre, con undici squadre in dieci punti tolte le ultime due, Aris e Platanias (sconfitta nella sfida salvezza contro l’Apollon, decisiva la doppietta dell’inglese Ambrose al quinto gol in sette match). Di grande importanza dunque le vittorie del Panthrakikos (battuto di misura il neopromosso Ergotelis, apre un gran destro al volo del centrale israeliano Shabat), del Levadiakos (rimontato sorprendentemente nei minuti di recupero il Panetolikos che aveva dominato il match) e del redivivo Veria corsaro sul campo del Kalloni con tripletta del franco-comorese Ben Nabouhane, al tredicesimo sigillo nel torneo.

OFI 1:1 Giannina (85’ Nunez; 92’ Chavez)
Skoda Xanthi 0:1 Asteras Tripolis (60’ Barrales)
Panathinaikos 4:1 Aris Salonicco (26’ Berg, 45’ Klonaridis, 56’ Berg, 74’ Berg; 40’ Manias)
Atromitos 4:0 Panionios (3’ Papadopoulos, 22’ Nastos, 26’ Papadopoulos, 63’ Umbides)
Panthrakikos 2:1 Ergotelis (20’ Shabat, 65’ Katharios; 74’ Bouchalakis)
Levadiakos 2:1 Panetolikos (91’ Konè, 96’ Mantzios; 2’ Budimir)
Apollon Smyrnis 3:1 Platanias (4’ Soderberg, 17’ Ambrose, 64’ Ambrose; 29’ Tetteh)
PAOK 2:1 Olympiacos (36’ Athanasiadis, 84’ Tzavellas; 33’ Samaris)
AEL Kalloni 0:1 Veria (43’ Ben Nabouhane, 85’ rig. Ben Nabouhane, 86’ Ben Nabouhane)

Classifica: Olympiakos 74; Paok 58; Atromitos 58; Panathinaikos 53; Asteras 51; Panthrakikos 37; Giannina 36; Ofi 35; Panetolikos 34; Kalloni 33; Levadiakos 33; Ergotelis 32; Xanthi 32; Panionios 31; Apollon 29; Veria 27; Platanias 25; Aris 19.

About Edoardo Buganza 337 Articoli
(Ar)redattore per Tce dal marzo 2014, seguo in particolare i campionati dell'Est europeo come Polonia, Turchia e Grecia. Genovese, esterofilo, aspirante osservatore, sospirante milanista.
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.