Sporting Lisbona – Braga 2-1- I Leões vincono in rimonta: secondo posto consolidato

SPORTING LISBONA – BRAGA 2-1 – Soffre, va sotto, recupera e alla fine vince. Successo di capitale importanza per lo Sporting Lisbona, che batte un Braga apparso in lieve recupero e, in attesa del Porto ( impegnato domani a Guimarães e almeno per una notte distanziato di ben cinque punti), consolida il secondo posto in classifica. Debutto amaro, invece, per Jorge Paixão, alla prima da allenatore del Braga. Avvio di partita decisamente positivo per la squadra locale, capace di mettere in seria apprensione la retroguardia ospite con alcuni traversoni taglienti. Ma per assistere alla prima occasione da gol, bisogna aspettare il dodicesimo: Carillo crossa in mezzo all’area di rigore, Slimani stacca di testa ma non inquadra lo specchio della porta. Al trentesimo, Braga vicino al gol con una potente punizione di Santos, ma Rui Patricio è bravissimo a deviare in corner. Tre giri di lancette ed è  il Braga a passare in vantaggio: cross dalla destra, Rui Patricio esce in maniera imperfetta e poi, complice un tiro di Rafa Silva che si stampa sul palo, si rende protagonista di un involontario autogol. Lo Sporting reagisce immediatamente, ma il colpo di testa di Slimani viene respinto in qualche modo da Eduardo.

Sporting dominante in avvio di ripresa, anche se il primo tiro dei padroni di casa arriva solo al decimo minuto con Andrè Martins. Verso la metà della ripresa, Jardim prova a mischiare le carte: fuori Carillo, dentro Capel. Il Braga prova a ripartire in contropiede e, di tanto in tanto, prova a mettere in apprensione la porta difesa da Rui Patricio. Al sessantasettesimo, Pardo si rende protagonista di un buon spunto personale, ma la conclusione finale non sortisce gli effetti sperati. Passano solo quattro minuti e Sasso stende in area Jefferson: per il direttore di gara è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso esterno biancoverde,che spiazza Eduardo con un potente mancino rasoterra ad incrociare sul secondo palo e porta il risultato in parità. L’inerzia del match è tutta dalla parte dello Sporting, che dopo solo quattro minuti trova il gol-partita: Santos respinge un cross dalla destra con un colpo di testa basso, la palla arriva a Slimani, che con un potente destro trafigge Eduardo. Nel finale di partita, Braga vicino al gol con Rafa Silva e (occasionissima) Luiz Carlos, anche se nei minuti di recupero è lo Sporting a rendersi maggiormente pericoloso. Il risultato non cambia: lo Sporting può continuare a sognare. Benfica permettendo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.