Ligue 1: il Lille torna a vincere, il Reims sale al sesto posto, scossoni in coda alla classifica

LIGUE 1 . Prima vittoria del 2014 per il Lille che si riprende la terza posizione, distanziando il Saint-Etienne. Bene anche il Reims che “vede” l’Europa, mentre in coda il Valenciennes si riporta in scia all’Evian e l’Ajaccio conquista la seconda vittoria stagionale.

 

LILLE – SOCHAUX . Il Lille mette fine ad un digiuno di quasi due mesi sconfiggendo il Sochaux e si rilancia in classifica distanziando il Saint-Etienne, ora a tre punti. La sfida sembrava mettersi subito in discesa per i padroni di casa con Origi che sbloccava il risultato dopo solo 3′. Sidibé e Kalou sciupavano la palla per raddoppiare e con il passare dei minuti la pressione del Lille calava, permettendo agli ospiti di crescere e riprender fiducia. In avvio di ripresa, Bakambu sfiorava il pareggio, quindi era nuovamente il Lille a prendere in mano il pallino del gioco con Mendes, Ruiz e Gueye, vicini al goal del 2-0. Il finale era ricco di emozioni: nel recupero, il Sochaux aveva ben due volte la palla del pareggio, però a trovare il goal in contropiede erano i padroni di casa con Mendes che metteva il sigillo sulla prima vittoria del Lille nel 2014.

 

GUINGAMP – REIMS . Importante vittoria del Reims che espugna il pesante terreno del Roudourou, salendo al sesto posto ed inguaiando il Guingamp. Nel primo tempo, si facevano vedere solamente i padroni di casa che reclamavano anche un calcio di rigore. Il goal arrivava solamente nel secondo tempo, per la precisione al 62′ con Alioui che, servito da Yatabaré, trafiggeva Placide. La rete del vantaggio si rivelava però un boomerang per il Guingamp che tra il 69′ ed il 72 subiva la rimonta del Reims, firmata da Fortes e Ayité. Al 78′ solo il palo teneva in gara i padroni di casa su una conclusione di Mandi e al 93′, invece, era l’estremo difensore ospite, Placide a sfoderare un intervento decisivo su Dembelé.

 

VALENCIENNES – NIZZA . Meritato successo del Valenciennes che domina contro il Nizza ma trova il goal decisivo solamente a tre minuti dal triplice fischio finale. I primi quarantacinque minuti di gara erano un monologo del Valenciennes che collezionava diverse occasioni da goal. Nei primi dieci minuti, Ospina si superava su Melikson e Pujol. I rossoneri resistevano fino al 26′ prima di subire il goal dei padroni di casa: Kagelmacher usciva palla al piede dalla difesa e lanciava Waris che crossava per Doumbia, abile a deviare in rete con un gran colpo di testa. La reazione del Nizza si limitava ad un tiro di Abriel e nel finale di tempo era ancora il Valeciennes a comandare il gioco. Nella ripresa si giocava praticamente ad una porta solo con Medjani, Waris, Pujol, Mater e Melikson che non riuscivano a trovare la rete del raddoppio. A sorpresa, ad un quarto d’ora dalla fine, il Nizza pareggiava grazie a Maupay che appoggiava in rete un assist di Bauthéac, tuttavia il Valenciennes si gettava nuovamente alla ricerca del goal che, finalmente, trovava all’87’ grazie ad una grande giocata di Waris che saltava Bodmer e spediva la palla alle spalle di Ospina.

 

MONTPELLIER – EVIAN . Reduce da tre vittorie consecutive, il Montpellier viene fermato da un buon Evian, che tuttavia, perde ulteriore terreno nella lotta per la salvezza, ritrovandosi con due soli punti di vantaggio sul Valenciennes. Dominio ospite nella prima parte di gara con Sougou e Barbosa pericolosi dalle parti di Jourdren. La rete del meritato vantaggio dell’Evian arrivava dopo la mezz’ora e portava la firma di Berigaud che trovava il varco giusto dal limite dell’area. Gli ospiti sembravano poter condurre la gara almeno fino all’intervallo ma al 44′ un tiro-cross di Mounier veniva ribadito in rete da Cabella che ristabiliva la parità. Nel secondo tempo, Montpellier ancora in sofferenza e Berigaud andava vicino al nuovo vantaggio. Al 68′, i padroni di casa restavano in 10 per l’espulsione di Tiéné, tuttavia l’ultima occasione della gara era proprio per il Montpellier, con Mounier che colpiva la traversa su calcio di punizione.

 

AJACCIO – RENNES . Seconda vittoria stagionale per l’Ajaccio che vince meritatamente contro un deludente Rennes, portandosi a nove punti dalla zona salvezza. La prima occasione era di marca ospite con il neo acquisto Ntep che, servito da Toivonen, impegnava Ochoa. La risposta corsa giugneva al 18′ e portava il vantaggio dei padroni di casa: punizione di Cavalli e Faty, di testa, spediva alle spalle di Costil. Il pareggio ospite arrivava al 34′ con Doucouré che ribadiva in rete una respinta di Ochoa ma l’equilibrio durava solo tre minuti poiché un bellissimo esterno sinistro di André riportava in vantaggio l’Ajaccio. Nella ripresa, erano sempre i corsi a rendersi più pericolosi e dopo un paio di occasioni di Tallo e André, la gara veniva definitivamente chiusa da un sinistro di Cavalli che permetteva all’Ajaccio di tornare a vincere dopo un digiuno di quattro e mesi e mezzo (l’ultima, e unica, vittoria risaliva al 25 settembre).

 

I risultati della ventitquattresima giornata di Ligue 1:

Lille-Sochaux 2-0 (3′ Origi, 93′ Mendes)

Guingamp-Reims 1-2 (62′ Alioui, 69′ Fortes, 72′ Ayité)

Valenciennes-Nizza 2-1 (26′ Doumbia, 75′ Maupay, 87′ Waris)

Montpellier-Evian 1-1 (32′ Berigaud, 44′ Cabella)

Ajaccio-Rennes 3-1 (18′ Faty, 34′ Doucouré, 37′ André’, 77′ Cavalli)

 

Copyright foto: www.20minutes.fr

 

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.