Osasuna-Athletic Bilbao 1-5: i Rojiblancos dominano il derby

LIGA OSASUNA ATHLETIC BILBAO – Derby basco a Pamplona, i padroni di casa non hanno neppure il tempo di scaldarsi che l’Athletic Bilbao si riversa nella loro area come un ciclone, Susaeta scatenato dopo appena tre minuti lascia partire una legnata che non lascia scampo a Fernandez. Osasuna che il colpo lo sente eccome, all’Estadio El Sadar ora si sentono solo i tifosi ospiti. Athletic martellante, l’Osasuna però riesce a far male alla prima occasione. Nono minuto, fallo di Iturraspe al limite, Armenteros batte a giro e pareggia i conti. Avvio pazzesco, due gol nei primi dieci minuti e le emozioni sono appena iniziate. Al quarto d’ora l’Athletic si riporta avanti, l’ottima torsione di Herrera trova l’altrettanto valida risposta di Fernandez, sugli sviluppi dell’azione la palla viene rimessa in mezzo e stavolta il portiere combina un macello, la palla gli sfugge di mano e Aduriz mette dentro il 41esimo gol personale in biancorosso. Continui brividi nelle due aree, la difesa dell’Osasuna trova diversi problemi, qualcuno se lo creano pure gli ospiti con un retropassaggio pericoloso che costringe Iraizoz a sbrogliare. L’Athletic Bilbao manovra bene, l’Osasuna cerca ripartenze lampo. Non mancano certo gli errori, ma nelle due aree succede di tutto, Iraizoz va a sbattere contro il palo per risolvere una mischia, ferita sotto l’occhio ma nessun problema. Al 35esimo il primo cambio, Acuna rileva Cejudo, sostituzione tattica per l’Osasuna che chiude il primo tempo in svantaggio.

La squadra di Pamplona ci prova, buon avvio di ripresa, Bertrán dalla destra va al tiro a giro, fuori di poco. Proprio mentre l’Osasuna cerca il pari con più insistenza arriva la punizione. Magia di Ander Herrera, che mette giù un gran pallone e pennella per Aduriz che tutto solo mette in rete di testa. Doppietta per il numero 20, ma il merito è tutto dell’ex centrocampista del Real Saragozza. Frustrazione per i padroni di casa, entrata “da derby” di Acuna proprio su Ander, che tra l’altro è un bilbaino puro sangue. Puñal dentro al 67′ e potrebbe subito accorciare le distanze ma il suo destro esce a lato. Il nervosismo da derby miete una vittima, Susaeta va via e Arribas si prende il giallo per fermarlo. Purtroppo per lui si tratta del secondo e la sua gara dunque finisce un quarto d’ora prima. Il pubblico comunque apprezza l’agonismo e accompagna con gli applausi la sua uscita. Gara virtualmente chiusa qui, pure l’esausto Susaeta lascia il campo, Ibai Gomez all’83 chiude il discorso, buon suggerimento di Aduriz e lob delizioso a scavalcare Fernandez. Encomiabili i tifosi  di casa che non smettono di cantare, Kike Sole gli dà un altro dispiacere a due dal termine piazzando dentro il quinto gol. L’Athletic si conferma spaventosa macchina da gol, più cinque sul Villarreal e adesso le squadre di Madrid farebbero bene a guardarsi alle spalle.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.