Eredivisie: Psv di misura sull’Az, Zwolle corsaro a Breda. Prima vittoria per il Roda di Tomasson

Nella serata della partenza di Lurling, dopo 7 anni trascorsi ad accendere la fantasia del pubblico del Rat Verlegh Stadion, la sconfitta del Nac nello scontro salvezza contro lo Zwolle, che non vinceva dal 25 ottobre, passa quasi inosservata ma rischia di pesare, eccome, sul proseguo della stagione dei gialloneri. Lurling è ormai un giocatore dell’Heerenveen, di ricordi si muore. Gli opsiti tengono in mano il pallino del gioco, ma sono gli uomini di Gudelj a rendersi più pericolosi sotto porta nel corso della prima frazione e a trovare il meritato vantaggio al 19’ con Suk. Sugli sviluppi di una punizione calciata dalla sinistra da Vebeek,  Paepon colpisce di testa, ma la sua conclusione è ribattuta dalla schiena dell’avversario; sulla palla vagante Suk è bravissimo ad anticipare tutti con una semi rovesciata e a trafiggere da pochi passi l’incolpevole Boer.  Gli ospiti non si disuniscono e in avvio di ripresa trovano la rete del pareggio con un rigore realizzato da Fernandez e concesso per fallo di Hadouir su Mokotjo. Al 75’ Karagounis vince caparbiamente un contrasto sull’out di sinistra, si accentra e serve Saymak, che lascia partire un missile diretto verso l’incrocio dei pali. E’ il gol della domenica, ma nel contrasto tra De Rover e il centrocampista greco dello Zwolle la palla era nettamente uscita. Con questo successo lo Zwolle interrompe il lungo digiuno e si porta a ridosso della zona Europa League. Il Nac Breda rischia seriamente di ritrovarsi invischiato nella lotta salvezza.

Dopo l’importante successo raccolto sul campo dell’Heerenveen, il Roda di Tomasson conquista l’intera posta in palio tra le mura amiche, al termine di una gara in cui l’Utrecht avrebbe meritato il pareggio. La rete di Hupperts fa il paio con l’imprecisione sotto porta degli uomini di Wouters, regalando tre punti d’oro ai gialloneri di Kerkrade. Sia in fase difensiva che nello sviluppo del gioco l’Utrecht ha messo in luce quelle crepe e amnesie che avevano determinato un avvio di stagione a dir poco disastroso. Il livello tecnico di uomini come Toornstra sarà determinante per raggiungere la salvezza in una stagione nata male e che rischia di finire peggio.

Il Psv riscatta dinanzi al proprio pubblico la sconfitta patita domenica scorsa all’Amsterdam ArenA. I tre punti sono frutto di un avvio di gara decisamente tambureggiante contro un Az Alkmaar pronto a rispondere colpo su colpo agli attacchi degli uomini di Cocu. Al 3’, infatti, Jetro Willems porta in vantaggio i suoi grazie ad un preciso diagonale mancino dal limite, al termine di un’azione concitata e caratterizzata da una serie interminabile di batti e ribatti nell’area dei Cheese Farmers. Zoet è costretto agli straordinari su Beerens prima e Gudmundsson poi, ma è Alvarado a compiere un vero e proprio miracolo sulla conclusione di Park Ji-Sung. Nella ripresa gli uomini di Advocaat si spingono in avanti con autorità e arrivano ad un soffio dal pareggio, quando Arias ribatte sulla linea la conclusione di Lewis. Entrambe le squadre non possono più nutrire velleità per la conquista del titolo, ma il peso della maglia impone un girone di ritorno senza sbavature per raggiungere i preliminari di Europa League. La semifinale di Coppa d’Olanda e i sedicesimi di Europa League non bastano a Dick Advocaat per dirsi soddisfatto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.