Ajaccio – Paris Saint Germain 1-2:Lavezzi e Matuidi completano una grande rimonta dopo un avvio disastroso

I più forti sanno fare anche questo. In una trasferta durissima in terra corsa i campioni di Francia del Paris Saint Germain portano a casa i tre punti con una rimonta che conferma il potenziale superlativo della squadra di Blanc. Il tecnico si affida dal primo minuto al trio in attacco formato da Lavezzi, Cavani e Ibrahimovic e con a centrocampo il giovane Rabiot, che sta stupendo tutti tanto da essere uno dei nomi a sorpresa per la Francia di Deschamps al mondiale. L’avvio però è disastroso e al 6′ i padroni di casa sorprendono tutti e passano in vantaggio con Eduardo che sfrutta al meglio una grande azione dei suoi deviando in rete il primo tentavo di Benjamin Andre. La risposta degli ospiti è immediata con Rabiot che calcia da buona distanza sopra un avversario. Al 20′ però è ancora l’Ajaccio a farsi pericoloso con una conclusione di Johan Cavalli che sibila il palo alla destra di Sirigu. Sul finale di tempo il pressing dei detentori della Ligue 1 si fa forte e prima con Ibra e poi con Cavani non trovano di poco la via del pareggio. Il gol è nell’aria però e arriva grazie ad un azione splendida. Matuidi serve il movimento in profondità di Ibrahimovic che di prima mette un pallone delizioso per l’accorrente Lavezzi che a porta vuota non può sbagliare. Nella ripresa la squadra di mister Blanc entra con un piglio veramente impressionante e non da un attimo di respiro alla manovra corsa. Al 57′ Lavezzi ha un’ottima opportunità per portare i suoi in vantaggio ma si fa respingere il tiro da buona posizione. Poco più tardi prima Lavezzi con un colpo di testa e poi Rabiot con un tiro spaventano la retroguardia dell’Ajaccio. La prima vera occasione dell’Ajaccio però avviene al 67′ quando Eduardo tutto solo trova di fronte a se un muro di nome Sirigu che gli respinge la conclusione. Il salvataggio del portiere sardo smuove ancor di più i parigini con Blanc che getta nella mischia Lucas e Pastore. Da un cross dell’argentino nasce la sponda di Ibra che permette a Matuidi di staccare di testa da buona posizione e mettere dentro il gol del vantaggio. L’ultimo quarto d’ora l’Ajaccio lo gioca col coltello fra i denti. All’83’ sugli sviluppi di un corner Sirigu esce a vuoto e Cavani anticipa la sua uscita con uno stacco di testa all’indietro che serve Eduardo che da posizione defilata non riesce a gonfiare la rete. All’87’ un cross del solito Eduardo serve la testa di Lasne che non trova il gol di pochissimo. L’ultima occasione però l’ha il Psg con Cavani che compie un numero fantastico su Tonucci ma al momento della conclusione si fa ribattere il tiro dal portiere corso Ochoa. I parigini portano a termine una gara soffertissima e compiono un risultato importante poichè sino ad adesso nessuna squadra che era andata sotto contro l’Ajaccio era più riuscita a recuperare lo svantaggio.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.