HomeLigaBarcellona - Elche 4-0: i blaugrana calano il poker, tripletta per Alexis...

Barcellona – Elche 4-0: i blaugrana calano il poker, tripletta per Alexis Sanchez

Published on

LIGA BARCELLONA ELCHE –  Il Barcellona strapazza l’Elche e si riporta in vetta alla classifica in coabitazione con l’Atletico Madrid. Proprio colchoneros e blaugrana, sabato alle 20 daranno vita al match più atteso della stagione, che molto probabilmente ci indicherà quale strada prenderà la Liga 2013/2014. Prima di pensare al big-match però la squadra del Tata Martino doveva superare il modesto ostacolo rappresentato dall’Elche, squadra in crisi e alla ricerca d’identità, come ci dimostrano le ultime tre sconfitte consecutive. Come da pronostico, il Barça si è sbarazzato facilmente di Boakye e compagni con un secco quattro a zero. Risultato forse anche troppo stretto per i blaugrana, vista la netta differenza di valori mostrata in campo. Ma andiamo in ordine di cronaca.
Martino opta per un lieve turn-over, lasciando fuori Neymar, Dani Alves, Busquets e il recuperato Leo Messi in vista della partita contro l’Atletico. A sostituirli dal primo minuto ci sono Montoya, Song e Fabregas, nuovamente in veste di finto nueve. Nessuna novità invece tra le fila dell’Elche, che si schiera con il solito 4-2-3-1 con il confermatissimo Boakye come unica punta. Come spesso succede nelle partite in cui gioca il Barça, il risultato si sblocca nei primi dieci minuti di gara. Jordi Alba dalla fascia sinistra lascia partire un traversone che attraversa tutta l’area per poi finire sui piedi di Alexis Sanchez, il cileno di piatto mette facilmente in rete. Sette minuti ed è già 1-0. Il raddoppio non tarda ad arrivare. Infatti, al quarto d’oro di gioco Pedrito mette in cassaforte il risultato. Solita palla geniale di Fabregas – decimo assist stagionale per lo spagnolo – per il numero sette blaugrana che salta Tono e realizza con facilità la rete del doppio vantaggio. Da qui in avanti è un monologo dei padroni di casa. Tanto possesso palla, tante occasioni da gol e per l’Elche non rimane che rintanarsi nella propria area di rigore. Pedro prova ad incrementare il suo bottino personale con due occasioni tra il minuto 26 e il minuto 28, entrambe sventate abilmente dall’numero uno ospite. Al trentacinquesimo il profumo del tre a zero riemerge nell’area di rigore dell’Elche. Da un calcio di punizione a due dentro l’area i blaugrana provano la sopresa. Alba finta il tiro di potenza e lascia la conclusione a Xavi che di precisione prova a superare la muraglia umana dell’Elche, senza però riuscirci. Il terzino del Barça e della nazionale spagnola è scatenato, e al minuto 42 serve nuovamente un pallone splendido a Sanchez, che però davanti a Tono calcia sul fondo. Il tris per i blaugrana sembra diventare una maledizione. Ad inizio ripresa infatti Xavi ha dal dischetto la più facile delle occasioni per realizzare la terza rete, ma incredibilmente spedisce a lato. E’ solo questione di tempo però, perché al sessantaduesimo arriva finalmente il tre a zero. Iniesta imbuca Pedrito che davanti a Tono è molto altruista nel servire Sanchez meglio piazzato, l’ex Udinese deve solo spingere dentro. Lo show del Nino Maravilla continua al minuto 68, quando direttamente da calcio di punizione cala il poker e la sua tripletta personale. Non succede più nulla fino al novantesimo. Il Barcellona si limita a lunghissimi possessi palla, tra gli olè del pubblico del Camp Nou. L’Elche non vuole incassarne altri e così difende lo zero a quattro fino alla fine. Non c’è da disperarsi per Boakye e soci, perché le partite in cui bisogna guadagnare punti non sono queste. Certo che continuando con questo andamento il futuro non promette nulla di buono. Staremo a vedere. Per il Barça invece ora testa all’Atletico, nella partita attesa dall’inizio della stagione. Messi contro Diego Costa, la classe e la tecnica di Xavi e Iniesta contro la solidità e la concretezza di Gabi e Koke, il Tata Martino contro il Cholo Simeone. Ci sarà da divertirsi.

 

BARCELLONA (4-3-3): Valdes – Montoya – Bartra – Piquè – Alba – Song – Iniesta – Xavi – Pedro – Fabregas – Sanchez

ELCHE (4-2-3-1): Tono – Sapunaru – Botia – Lomban – Albacar – Sanchez – Perez – Niguez – Gil – Fidel – Boakye

Latest articles

La situazione nei principali campionati europei

Ormai da più di un mese è terminato il campionato del mondo e tutti...

Statistiche e gare del Mondiale in Qatar 2022

Il Mondiale in Qatar 2022 rappresenta qualcosa di nuovo, da un punto di vista...

Unai Emery lascia il timone del Sottomarino Giallo e soccorre l’Aston Villa

La notizia che non t’aspetti, di quelle che smuovono la cronaca sportiva e non...

Real Madrid 3 Barcellona 1, le pagelle: I blancos di Ancelotti affondano i blaugrana

Andiamo a vedere le pagelle di questo primo Clasico stagionale che consegna la testa...

Il Benfica trionfa sul Boavista 3-0

Sabato 27 agosto il Boavista ospita al Bessa il Benfica per la 4° giornata...

Work in progress per il mercato dei calciatori in Europa

C’è fermento nel calciomercato europeo. Molti colpi sono già stati messi a segno dai...

Viaggio al Estadio de la Céramica di Villareal

Il clima a Valencia è ideale: soleggiato e leggermente ventilato. Abbiamo appuntamento con Besmir...

Al Real Madrid la Supercoppa di Spagna. E Carletto Ancelotti fa 21.

Pur essendo giunto secondo nel campionato di Primera Division 2020/2021, il Real Madrid si...

More like this

Unai Emery lascia il timone del Sottomarino Giallo e soccorre l’Aston Villa

La notizia che non t’aspetti, di quelle che smuovono la cronaca sportiva e non...

Real Madrid 3 Barcellona 1, le pagelle: I blancos di Ancelotti affondano i blaugrana

Andiamo a vedere le pagelle di questo primo Clasico stagionale che consegna la testa...

Viaggio al Estadio de la Céramica di Villareal

Il clima a Valencia è ideale: soleggiato e leggermente ventilato. Abbiamo appuntamento con Besmir...