Eintracht Francoforte-Augsburg 1-1: gli ospiti si confermano sorpresa del campionato

BUNDESLIGA – Termina 1-1 alla Commerzbank Arena di Francoforte, l’anticipo della 17esima giornata della Bundesliga.
Un punto che fa comodo agli ospiti che consolidano il loro ottavo posto ma che si rivela inutile per i padroni di casa che necessitavano di una vittoria per uscire dalla zona calda della classifica.

Prima frazione che ha vissuto di fiammate ma che, tra alti e bassi appunto, è risultata piacevole. L’Augsburg si fa decisamente preferire a dimostrazione che, probabilmente, la vittoria esterna del Frankfurt della scorsa settimana è stato solo un fuoco di paglia. La formazione bavarese ci prova più volte dalla distanza, senza troppo successo.
Nonostante l’Eintracht mantenga maggiormente il possesso della sfera, è l’Augsburg a rendersi spesso pericoloso tanto che al 35° perviene al meritato vantaggio: cross dalla destra di Hahn, la palla sporcata dalla difesa termina tra i piedi di Raúl Bobadilla (nei pressi è presente anche un altro giocatore in fuorigioco che però non partecipa attivamente) che al volo di destro scaraventa in rete.
Il gol subito sveglia l’Eintracht che si riversa immediatamente in attacco alla ricerca del pari che puntualmente arriva al 42°, con Rosenthal che con un gran destro al volo, in seguito alla respinta della difesa, insacca con nonchalance. In precedenza da segnalare un palo di Joselu (bravo Hiltz a toccarla). La ripresa è caratterizzata dalla noia. L’Augsburg continua la sua partita ordinata e senza troppe pretese mentre l’Eintracht fatica da matti a costruire un’azione pericolosa. Qualche emozione solo nel finale: a pochi minuti dal termine, Milik, entrato al posto di Bobadilla, viene lanciato verso la porta ma di fronte a Trapp pecca di presunzione e tenta superficialmente uno scavetto (bravo Trapp a rimanere in piedi). Errore grossolano che avrebbe potuto regalare una vittoria fondamentale agli ospiti. Sull’altro fronte, a tempo scaduto, Djakpa s’invola sulla sinistra ma il suo tentativo di cross viene respinto dal braccio di Callsen-Bracker. L’arbitro non assegna, giustamente, il rigore: il difensore infatti stava portando il braccio dietro la schiena proprio per evitare il contatto col pallone.

Dunque un Eintracht, per l’ennesima volta, da rivedere e che rischia seriamente di passare un’annata travagliata, perennemente invischiata nella lotta per la salvezza. L’Augsburg, al contrario, si sta rivelando una piacevole sorpresa. Di questo passo otterrà una salvezza tranquilla, risultato non facilmente pronosticabile a inizio stagione.


TABELLINO:

EINTRACHT FRANKFURT
Trapp; Jung, Zambrano, Anderson, Djakpa; Schwegler, Rode; Schröck, Rosenthal, Flum (62′ Meier A.); Joselu (88′ Bakalorz).
All.: Armin Veh.

AUGSBURG
Hiltz; Verhaegh, Callsen-Bracker, Klavan, Ostrzolek; Baier; Hahn, Vogt, Altintop, Werner (91′ De Jong M.); Bobadilla (81′ Milik).
All.: Markus Weinzierl.

Reti: 33′ Bobadilla (Augsburg); 42° Rosenthal (Frankfurt)

About Alex Alija Cizmic 234 Articoli
21enne perennemente indeciso sulla strada da seguire. Marchigiano di origini bosniache e innamorato del Sudamerica, amo definirmi cittadino del mondo. Da poco ho conosciuto la passione per il giornalismo calcistico che mi ha folgorato... Sudamerica es mi pasión, Argentina es mi nación!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.