Scozia-USA 0-0, poco divertimento e pochi stimoli

Uno 0-0 che non ha lasciato contenti i tifosi degli Stati Uniti che, nel maggio 2012, avevano distrutto la Scozia per 5-1 a Jacksonville. Quello di ieri sera non è stato un match all’altezza per diversi elementi della squadra che, forse, non hanno giocato al 100%, parliamo di Jones, Bradley, Kljestan e Bedoya, per esempio. Nella Scozia titolare capitan Brown, in avanti in campo Fletcher del Sunderland con Snodgrass e Conway. Klinsmann, con qualche assenza, ha optato per un 4-2-3-1 con qualche giocatore fuori posizione.

Da scrivere sul match c’è veramente poco, un primo tempo molto equilibrato con la Scozia che ha avuto un’occasione da posizione defilata non sfruttata da Conway. Nel secondo tempo la partita si è fatta sicuramente più interessante, sopratutto per la nazionale di Klinsmann che ha inserito uomini più motivati come Shea, Johannsson, Diskerud e Lichaj in cerca di un posto certo per i Mondiali. La Scozia ci ha provato un bel calcio di punizione salvato benissimo da Howard. A questo punto è cominciata la partita degli americani che hanno sfiorato il vantaggio con un potente destro di Altidore. Johannsson si è rivelato un uomo importante con due occasionissime create, la prima sulla mostruosa cavalcata di Shea con l’attaccante dell’AZ Alkmaar che ha calciato fuori pochissimo, poi con un sinistro salvato dall’estremo difensore scozzese con Altidore che non ha trovato per pochissimo il tap-in da pochi metri. L’assedio finale della nazionale statunitense non è bastato.

I più positivi:
Johannsson, USA:
L’attaccante dell’AZ Alkmaar è entrato in campo con grande voglia creando due occasioni da goal. Gli è mancata solo la rete.
Shea, USA: Il 23enne giocatore dello Stoke City si è reso protagonista di una grande seconda parte del secondo tempo. Le sue cavalcate sulla fascia sono state preziose. Inoltre ha aiutato molto anche in difesa.
Gonzalez, USA: Il centrale classe 1988 dei LA Galaxy ha messo in campo una prestazione solida senza lasciare una palla al quotato attaccante del Sunderland Fletcher. Perfetto negli anticipi, perfetto nei cross e bravo anche a coprire i buchi lasciati dal partner Cameron, che è un terzino destro nello Stoke City.
Hanley, Scozia: Il suo salvataggio su Altidore basta per metterlo fra i più positivi in una partita come questa.
Brown, Scozia: Il carismatico centrocampista scozzese si conferma, come sempre, un leader indiscusso per questa squadra.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.