Sunderland-Manchester City 1-0: la maledizione di Pellegrini continua…

PREMIER LEAGUE SUNDERLAND MANCHESTER CITY – Pellegrini è costretto a rinunciare a Nastasic e Fernandinho e si affida alla coppia d’attacco Aguero-Negredo. Poyet invece rilnacia Giaccherini con Fletcher e Ki sostituisce Cattermole a centrocampo. Partita bloccata nella prima parte, solo un colpo di testa di Fletcher che si perde sul fondo. City che fatica nella manovra, Sunderland più compatto. Black Cats graziati dall’arbitro per un’intervento duro di Larsson su Garcia, ma al 21′ passano in vantaggio con Bardsley che su un lancio di Brown si libera di Milner e batte Pantilimon. Il Manchester City reagisce alzando il ritmo e va vicino al pareggio con un colpo di testa di Aguero, ma il Sunderland tiene bene e chiude il primo tempo in vantaggio.

Dopo l’intervallo il City cambia marcia grazie all’ingresso in campo di Jesus Navas per Garcia; Navas che serve subito un bel cross per Negredo, ma il suo colpo di testa è fuori bersaglio. L’ala andalusa ha una grandissima occasione dopo una bella serpentina di Aguero, ma il suo tiro viene respinto da Bardsley. Il Sunderland si scuote e si rende pericoloso con un bel tiro di Ki. City che continua a spingere verso la porta di Mannone, che dice di no ad Aguero. Pellegrini si gioca la carta Dzeko e il bosniaco chiama alla grande parata Mannone, sul seguente tapi-in Aguero non inquadra lo specchio. Il SUnderland gioca di rimessa, ancora Dzeko si rende pericoloso. Gli ultimi minuti si trasformano in un assedio, ma il Sunderland respinge ogni attacco e infligge alla squadra di Pellegrini la quarta sconfitta in stagione, raggiungendo quota 7 punti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.