Real Madrid-Real Sociedad 5-1: Ronaldo è una macchina, altra tripletta al Bernabeu

REAL MADRID REAL SOCIEDAD. Quasi un automa, un robot. Una macchina da gol. Cristiano Ronaldo è ancora il protagonista dell’ennesima goleada del Real Madrid al Bernabeu: 5-1 alla Real Sociedad (guarda qui gli highlights), tripletta del portoghese – seconda consecutiva nel suo stadio – 16 gol in 13 partite di Liga. Ancelotti può solo sorridere, nonostante l’ennesimo svarione difensivo (stavolta la colpa è di Pepe) che regala il gol della bandiera ai baschi (ottavo gol nella Liga di Griezmann) sul 4-0.

Il tridente delle merengues è spaventoso: Ancelotti ripropone Bale-Benzema-Ronaldo, tre bocche da fuoco spaventose. Persino il francese appare rigenerato circondato da non uno ma due fuoriclasse sulle fasce. In mezzo al campo le chiavi del gioco sono nuovamente nelle mani di Xabi Alonso, Modric è finalmente schierato nel suo ruolo naturale di mezzala e Khedira si guadagna per una volta gli applausi del suo pubblico. Ad Arrasate non basta l’inserimento di un mediano in più (Elustondo in coppia con Bergara) per contenere la furia dei capitolini, avanti di quattro gol dopo 35 minuti: apre le danze Cristiano al 12′, bravo a controllare il suggerimento di Benzema e a battere l’incolpevole Bravo. Sei minuti dopo il lusitano ricambia il favore e offre un pallone d’oro all’ex Lione che continua nel buon momento in zona gol dopo il “dramma”, sportivo s’intende, vissuto a inizio stagione.

Al 26′, partita chiusa: rigore per il Madrid per un fallo di mano di Inigo Martinez, Ronaldo non fallisce. Prima del 4-0, Bale spreca una grande opportunità, su assist di Modric. Proprio il gallese, comunque positiva la sua prestazione, offre a Khedira la possibilità di calciare da posizione comoda e siglare così il primo gol stagionale. 4-0 al 45′, nessuna obiezione.
Ritmi ovviamente più bassi nella ripresa: Ancelotti ne approfitta per dare minuti a Illarramendi e, nel finale, a Morata; soprattutto, però, inserisce anche Isco, alla terza esclusione di fila dall’undici titolare. Un piccolo caso che dovrà essere gestito nel migliore dei modi dal tecnico italiano. Il 4-1 della Real Sociedad è firmato da Griezmann che beffa con un pallonetto Diego Lopez dopo il goffo intervento di Pepe. La scena, però, è di Cristiano che dopo 10 minuti chiude la tripletta battendo Bravo con una punizione perfetta. Il Bernabeu è ancora ai piedi di CR7.

About Alfonso Alfano 1749 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.