Pandurii-Fiorentina 1-2: prodezza di Pereira, i viola non mollano e vincono all’ultimo secondo!

EUROPA LEAGUE PANDURII FIORENTINA – Proprio quando l’obiettivo è vicino è spesso il momento nel quale le cose si fanno più complicate. Se la Fiorentina si aspettava una facile vittoria a casa del Pandurii si è sbagliata di grosso, è una gara anomala, che parte piano e al decimo c’è subito un episodio controverso. Matos va a terra in area, secondo Sidiropoulos non c’è niente. E’ lo stesso Matos a creare il primo pericolo, il suo sinistro esce alto. Si vedono pure i rumeni, Buleica fa paura a Munua. Fuori. Poco dopo il portiere di casa Stanca è costretto a lasciare il campo al dodicesimo Mingote. Joaquin se ne va da solo al minuto 27, grande iniziativa, il suo lob mette alla prova i riflessi del neoentrato. Il Pandurii però non ha molto da perdere, tre punti sarebbero vitali per tornare in corsa e al 32esimo Pereira si inventa un gran gol in rovesciata su assist di Buleica. Gesto tecnico straordinario. Le cose si fanno complicate per i toscani, gli avversari sono messi in campo con ordine nonostante un nuovo infortunio, quello di Erico, il primo tempo si chiude con il Pandurii avanti.

Le migliori occasioni del primo tempo sono di marca viola, ma sono stati i rumeni a far male, Montella nel secondo tempo si affida alla classe di Borja Valero, subentrato a Iakovenko. Ancora Matos, Mingote lo chiude in uscita. Poi tocca a Borja Valero, Rodriguez lo pesca alla perfezione ma l’ex Vilarreal cicca. Fiorentina tutta in avanti, il Pandurii potrebbe punirla con le conclusioni in successione di Anton e Momcilovic ma Munua c’è. Dentro anche Ilicic e il giovane Capezzi, è una partita da non perdere ma i minuti scorrono. Bisogna aspettare l’86esimo per vedere il pareggio, lo realizza Matos. L’attaccante trova finalmente il gol che ha cercato per tutta la gara, il merito va però a Cuadrado che squarta la difesa sulla destra e offre un cioccolatino che chiede solo di essere scartato. Rete strameritata, pochi minuti a disposizione per trovare i tre punti. I viola se li fanno bastare. Borja Valero sbaglia ancora all’87’, Mingote dice no ed è bravo pure a stoppare l’iniziativa di Joaquin. Finisce il tempo regolamentare, non la spinta della Fiorentina che si porta avanti con la rete di Borja Valero, ancora una volta c’è lo zampino di Cuadrado. Finisce proprio così, una conclusione drammatica per il Pandurii che certamente non meritava i tre punti ma a pochi minuti dal termine era avanti. Avanti invece va, sul serio, la Fiorentina. Gli uomini di Montella non hanno solo piedi buoni, c’è pure il carattere.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.