Eredivisie: l’eurogol di van Duinen abbatte il Twente, bagarre in zona retrocessione

EREDIVISIE – La gara del “Goffertstadion” di Nimega tra i padroni di casa del Nec e l’Heerenveen ha aperto venerdì sera il lungo week-end di Eredivisie. I padroni di casa venivano da alcune ottime prestazione al termine delle quali avevano, però, raccolto poco o nulla. Bruciano ancora le sconfitte arrivate al 90’ contro Vitesse e Go Ahead Eagles e il pareggio subito nei minuti finali della trasferta di Almelo contro l’Heracles. Questa volta, però, il Nec è partito forte, aprendo le marcature e consolidando poi il vantaggio con una doppietta del centravanti inglese Higdon. Quando al 85’ gli uomini di Marco van Basten hanno accorciato le distanze con la rete del giovane Ziyech, i cattivi pensieri hanno cominciato ad occupare la mente dei tifosi di casa. La retroguardia del Nec per una volta ha retto e il forcing finale di Finnbogason e compagni non ha prodotto l’effetto sperato. Gli uomini di Anton Janssen abbandonano l’ultimo posto in classifica trovando tre punti preziosi in primis per il morale, mentre gli ospiti falliscono l’ennesimo appello per diventare grandi. I frisoni patiscono la giovane età soprattutto nei momenti decisivi delle gare esterne.

Se per le ragioni esposte la sconfitta dei ragazzi di van Basten non desta grande stupore, sorprendente è stata, invece, la vittoria casalinga dell’Ado Den Haag contro la capolista Twente. Al “Kyocera Stadion” di Den Haag è andata in scena la partita più spettacolare e avvincente del sabato. Moduli speculari così come la filosofia di gioco: a queste latitudini l’obiettivo è vincere segnando un gol in più dell’avversario piuttosto che cercare prima di non subire. Il 4-3-3 schierato dai due generali in panchina, Steijn e Jansen, tradisce, infatti, la propensione offensiva di due squadre che fanno dei tagli degli esterni d’attacco e degli inserimenti centrali dei centrocampisti le principali caratteristiche di un calcio propositivo e spumeggiante. Succede tutto nella ripresa, quando i padroni di casa, passati in vantaggio con Bakker al 51’ e trovato il raddoppio quattro minuti più tardi con Gouriye, si fanno rimontare dalle reti di Castaignos e Rosales. La veemente reazione dei Tukkers spiazza i padroni di casa che sbandano per qualche minuto. Nel momento di maggiore sofferenza, però, i Cigni  trovano la rete della vittoria al 88’ con una prodezza di Mike van Duinen che manda letteralmente in visibilio il “Kyocera Stadion”. La punta ventunenne prende palla sull’out di sinistra e si fa 70 metri di campo palla al piede saltando in velocità tre uomini; presentatosi davanti al portiere al termine di una cavalcata prodigiosa, trova la forza di esplodere un sinistro che si spegne all’incrocio dei pali. Dopo la pesantissima sconfitta subita sul campo dello Zwolle, i padroni di casa rilanciano le proprie quotazioni in chiave salvezza con una vittoria che certamente darà nuova linfa al morale della squadra e dell’ambiente. Il Twente perde nuovamente il treno per la fuga.

Non meno spettacolari e frizzanti sono state le vittorie del Cambuur e del Nac ai danni di Utrecht e Go Ahead Eagles. Vittorie dall’importante peso specifico in chiave salvezza perché ottenute contro dirette concorrenti. In realtà, l’Utrecht, come abbiamo più volte avuto modo di osservare, ha una rosa che meriterebbe ben altre posizioni in classifica e, insieme all’ Rkc Waalwijk, rappresenta per distacco l’autentica delusione del campionato. Gli uomini di Wouters, passati in vantaggio al 10’ col gol del mediano Ayoub, non sono riusciti a contenere nella seconda frazione le sfuriate offensive di un Cambuur che finalmente raccoglie i frutti di quanto prodotto in fase offensiva con le reti siglate da Hemmen, Bakker e Ritzmaier. Al “Rat Verlegh Stadion” di Breda si è disputata una gara senza storia, nel senso che i padroni di casa del Nac hanno dominato in lungo e in largo fin dalle prime battute, schiacciando con un netto 5-0 la neo promossa Go Ahead Eagles. La doppietta di Poepon, intervallata dalle reti di Buijs e Sarpong, ha di fatto aperto e chiuso la contesa nella prima frazione. A tre minuti dallo scadere del match è poi arrivata la quinta rete siglata da Perica, valida solo per le statistiche. La lotta in chiave salvezza si preannuncia tra le più agguerrite degli ultimi anni.

 

 

NEC-Heerenveen  2-1 ( 33’ e 52’ Higdon, 85’ Ziyech)

Ado Den Haag-Twente  3-2 ( 51’Bakker, 55’Gouriye, 69’Castaignos, 76’Rosales, 88’van Duinen)

Cambuur-Utrecht  3-1 (10’Ayoub,  61’Hemmen, 80’Bakker, 90’Ritzmaier)

NAC-Go Ahead Eagles  5-0 ( 24’e 44’Poepon,  27’Buijs,  35’Sarpong, 87’Perica)

Ajax-Rkc 0-0

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.