Ligue 1, il riepilogo dell’undicesima giornata: crollo interno del Marsiglia, goleada del Rennes, l’Ajaccio di Ravanelli cede nel finale

LIGUE 1. Risultati sorprendenti nell’undicesima giornata di Ligue 1. Ben tre vittorie esterne su sei gare, tra cui il successo del Reims al Velodrome e la goleada del Rennes a Toulouse. L’Evian vince a Valenciennes e allontana la terz’ultima posizione, occupata dall’Ajaccio di Ravanelli, rimontato e sconfitto a Guingamp. Il Lorient respira battendo il Sochaux, mentre il Bastia si rilancia superando il Nizza in una sfida caratterizzata dall’assenza dei tifosi ospiti, a cui era stata vietata la trasferta in Corsica.

 

MARSIGLIA-REIMS.  Quinta sconftta consecutiva per l’OM, superato in casa dal Reims (3-2) nell’anticipo del sabato pomeriggio. Partita ricca di emozioni, in particolare nei due finali di tempo con gli ospiti bravi ad approfittare delle pecche difensive dei padroni di casa. Nella prima frazione, Reims in vantaggio al 34′ con una punizione dalla distanza di Ayité, deviata di testa da Khlifa. Tre minuti più tardi, nuova deviazione, questa volta di Nkoulou su tiro di Albaek, e ospiti che si portavano sul 2-0, sfiorando anche il tris poco prima dell’intervallo. Al 56′ Thauvin riapriva la gara, il Marsiglia così spingeva alla ricerca del pareggio che trovava finalmente all’86’ con Gignac. La squadra di Baup iniziava a credere nell’incredibile sorpasso, tuttavia in pieno recupero un colpo di testa di Oniangue faceva piombare i marsigliesi in piena crisi.

 

 

TOULOUSE-RENNES. Tutt’altro che entusiasmante nella prima parte di campionato, il Rennes grazie ad uno spettacolare primo tempo espugna il Toulouse (prima sconfitta interna) rilanciando le proprie ambizioni di classifica. Partita già chiusa all’intervallo, dopo tre reti nel giro di venti minuti. La prima portava la firma di Alessandrini, che cancellava così il numero 0 dalla casella “goal realizzati”, quindi al 34′, un errore di Ahamada spianava a Bakayoko la strada del raddoppio. Il tris giungeva al 44′ con un tiro di Kadir su cui il portiere locale non poteva nulla,ingannato anche da una deviazione di Abdennour. Al 63′ Nelson Oliveira serviva il poker e prima del fischio finale lo stesso portoghese siglava anche la quinta rete.

 

 

BASTIA-NIZZA . Importante vittoria del Bastia in una delle sfide più sentite dal pubblico di Furiani. Vantaggio corso a dieci minuti dall’intervallo: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, concesso dopo un grande intervento di Ospina su Bruno, Squillaci veniva lasciato inspiegabilmente solo ed era libero di colpire di testa, spedendo la palla nell’angolino alla destra del portiere colombiano. I corsi rimanevano in dieci nel secondo tempo per l’espulsione di Bruno e dovevano raddoppiare le forze per respingere le offensive dei nizzardi che pagavano la serata-no di Cvitanich. Nel finale, l’arbitro ristabiliva la parità numerica con l’espulsione di Traoré ma il risultato non cambiava più.

 

 

 

LORIENT-SOCHAUX. Successo di misura del Lorient che supera un diretto concorrente nella lotta per non retrocedere e prende una boccata di ossigeno vitale, mettendo fine ad una serie di risultati deludenti. Primo tempo noioso con il Lorient che si portava in vantaggio nel suo momento migliore. Dopo un paio di occasioni per Aliadière e Coutadeur, al 17′ una girata al volo di Aboubakar portava in vantaggio i bretoni. Nella ripresa, partiva nuovamente bene il Lorient e al 55′ Jouffre, servito da Aboubakar, ipotecava i tre punti. I padroni di casa sfioravano anche il tris e al Sochaux non restava che farsi vedere nel finale con Bakambu che, dopo aver colpito la traversa, trovava la rete della bandiera.

 

 

 

GUINGAMP-AJACCIO. Veleno in coda a Guingamp, con i padroni di casa che mettono Ravanelli sulla graticola con un incredibile sorpasso negli ultimi cinque minuti della partita. Dopo un primo tempo piuttosto equlibrato, era un errore del portiere del Guingamp a regalare il vantaggio alla squadra di Ravanelli: punizione di Pedretti, deviazione di testa di André, la palla sfuggiva dalle mani di Ndy Assembé e si infilava in porta. Nel secondo tempo, Mandanne, Leveque e Beauvue sfioravano la rete dell’1-1 che, comunque, arrivava nel finale di gara con un gran goal di Beauvue, pescato in area da Atik. Quando la partita sembrava ormai avviata sui binari del pareggio, Diallo completava la rimonta firmando un importantissimo2-1 e condannando Ravanelli ad una nuova sconfitta.

 

 

VALENCIENNES-EVIAN. Si fa sempre più difficile la situazione del Valenciennes che perde in casa lo scontro diretto contro l’Evian e resta all’ultimo posto della Ligue 1. Le occasioni della prima frazione erano racchiuse nel primo quarto d’ora, con i padroni di casa che andavano più vicini al goal al 10′ quando Le Tallec spediva fuori da buona posizione. Nella ripresa, nuova palla-goal per Nguette, ma l’attaccante del Valenciennes calciava alto. La doccia fredda per i padroni di casa giungeva all’82’: Angoua sbagliava completamente un intervento aereo servendo Sougou che saltava Kagelmacher e trafiggeva Penneteau.

 

Marsiglia-Reims 2-3 (34′ Ayité, 37′ Albaek, 56′ Thauvin, 86′ Gignac 91′ Oniangue)

Toulouse-Rennes 0-5 (25′ Alessandrini, 34′ Bakayoko, 44′ Kadir, 63′ e 83′ Nelson Oliveira)

Bastia-Nizza 1-0 (35′ Squillaci)

Lorient-Sochaux 2-1 (17′ Aboubakar, 55′ Jouffre, 90′ Bakambu)

Guingamp-Ajaccio 2-1 (41′ André, 86′ Beauvue, 90′ Diallo)

Valenciennes-Evian 0-1 (82′ Sougou)

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.