Manchester United, top e flop di inizio stagione

MANCHESTER UNITED. L’inizio dell’era Moyes non si è rivelato dei più semplici. Il Manchester United annaspa in Premier League: tre sconfitte, compresa quella pesantissima col City, gioco macchinoso, veterani in chiaro declino. Vediamo chi sono i top e i flop della prima parte di stagione.

I TOP

Menzione d’onore per Wayne Rooney: era ad un passo dall’addio, Mourinho già lo considerava uno dei suoi. Moyes è riuscito a trattenerlo, Roo ha risposto con prestazioni super in campo (la migliore contro il Leverkusen in Champions, commovente quella del derby) e gol. Rivitalizzato dal “caschetto” è risultato decisivo anche in nazionale.
Ovvio inserire tra i “promossi” Adnan Januzaj: la doppietta – di pregevolissima fattura – a Sunderland nell’ultimo turno ha evitato la terza, clamorosa, sconfitta di fila. Il 18enne di origini albanesi colpisce per la classe cristallina, oltre che alla personalità messa in campo già nelle amichevoli pre-stagione. Ha il contratto in scadenza, tutte le big d’Europa sono in allerta ma lo United non ripeterà l’errore commesso con Pogba, c’è da scommetterci.

RIMANDATI

Saranno tra i top, però più avanti, Robin Van Persie e Marouane Fellaini: l’olandese, che aveva cominciato con una doppietta allo Swansea, ha pagato poi un infortunio muscolare ma è pronto a riprendersi la scena. Il belga è apparso spaesato all’inizio, è arrivato nelle fasi finali del mercato, ma è già apparso in netta ripresa.
Bene Carrick, tra i pochi a salvarsi sul campo nei naufragi di inizio stagione.

I FLOP

Troppo facile inserire Moyes, ha già commesso alcuni errori ma è ingeneroso bocciarlo adesso. Meglio rimandarlo almeno a metà stagione.
Lo scozzese non “vede” Kagawa, ma il giapponese ha sfruttato male le poche occasioni concesse.
Male, malissimo, Ferdinand e Vidic, nemmeno lontani parenti del duo che per anni ha composto la miglior coppia di centrali di difesa al mondo.
Sotto le attese, e di parecchio, anche le due ali titolari, Valencia e Young, lontani dalla miglior forma e spesso nervosi e confusionari in campo (la goffa simulazione dell’inglese contro il Crystal Palace gli è valsa una marea di critiche)
Troppi bocciati? Il Manchester United è nono in Premier League: forse sono pochi.

 

About Alfonso Alfano 1751 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.