Australia, partite truccate in seconda divisione

AUSTRALIA PARTITE TRUCCATE – Il calcio australiano è al centro di uno scandalo dovuto a presunte combine tra alcune squadre della seconda serie del paese dell’Oceania. Secondo l’accusa, alcuni giocatori di nazionalità britannica della Southern Stars (la seconda divisione australiana) avrebbero avuto dei contatti con un cittadino della Malesia che era il tramite tra i calciatori e gli scommettitori. La federazione australiana ha deciso di affidare le indagini alla polizia di Melbourne dopo che l’agenzia di scommesse svizzera Sportradar aveva notato un flusso notevole di scommesse sulla poco affascinante Southern Stars. L’organizzatore del sistema criminale sarebbe il re del racket del gioco d’azzardo malesiano Wilson Raj Perumal che concordava con i calciatori non solo il risultato finale delle partite ma anche il numero di goal ed il numero di falli da commettere durante un determinato periodo della partita. Perumal che attualmente vive sotto protezione della polizia ungherese in quanto collaboratore della giustizia locale in merito a combine del campionato magiaro, avrebbe individuato nella seconda serie australiana una maggior facilità nel manipolare la partite di campionato. Le scommesse venivano poi effettuate nel continente asiatico. Il presidente della Federazione Calcistica australiana Gallop in merito alla questione ha dichiarato che si tratta di :”Un episodio doloroso per tutti nello sport australiano”. Mentre sulle pene da infliggere ha detto: “Gli arresti dimostrano che le misure di integrità messe in atto dalla Federazione funzionano per individuare l’attività di scommesse illegali. Insieme con gli altri enti sportivi, dobbiamo sradicare i comportamenti corrotti dallo sport”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.