Torneo Inicial: il Velez cade a Cordoba col Belgrano, poker del Lanus all’Argentinos Juniors

ARGENTINA TORNEO INICIAL. Si sono disputati nella notte due anticipi della settima giornata del Torneo Inicial in Argentina. Vediamo com’è andata.

BELGRANO-VELEZ 3-0: 35′ Teté Gonzalez, 62′ Marquez, 64′ Pereyra)

L’equilibrio del Torneo Inicial viene testimoniato una volta di più a Cordoba, dove il Belgrano demolisce il Velez, reduce dalla gran vittoria contro Il Newell’s all’Amalfitani, e vendica l’eliminazione in Coppa Sudamericana. 3-0 il finale, nonostante il buon inizio degli ospiti trascinati da un ispirato Canteros. Il Fortin, però, col passare dei minuti cominciava a subire la pressione del Belgrano che, al 35′, trovava il vantaggio: gran girata di Teté Gonzalez, con la difesa immobile sulla rimessa laterale da cui scaturisce l’azione. Reazione inesistente degli uomini di Gareca, con i padroni di casa chiusi nella propria metà campo e pronti a ripartire in contropiede. Nella ripresa, poi, altri due errori difensivi spianavano la strada verso la goleada: prima Marquez scattava sul fuorigioco, bruciava Sebastian Dominguez e fulminava Sosa con un diagonale perfetto. Al 64′, poi, Velazquez approfittava di un erroraccio di Tobio sulla destra, metteva in mezzo e trovava il tocco decisivo del Picante Pereyra.

LANUS-ARGENTINOS JUNIORS 4-0: 24′ Acosta, 56′ Silva, 67′ Somoza, 81′ Melano

Seconda sconfitta per l’Argentinos Juniors che, con il 4-0 subito a Lanus, rischia ora di perdere anche la testa del Torneo Inicial (Arsenal Sarandì, Newell’s Old Boys e San Lorenzo pronte al sorpasso). Gran partita degli uomini di Barros Schelotto: a segno quattro nuovi acquisti, tre provenienti dal Boca Juniors. Ad aprire le danze il Laucho Acosta (al terzo gol col Granate dopo non averne segnati nessuno con gli xeneizes) a metà del primo tempo, con un gran sinistro al volo in piena area di rigore, assistito da Silva. El Tanque, al 56′, raddoppiava da due passi dopo aver messo giù il pallone con uno stop di petto. Il tris arrivava con un destro violentissimo, dai 35 metri, di Somoza, prima del tap-in vincente di Melano che chiudeva il match sul 4-0. Lanus a -1 dalla vetta e, soprattutto, con la consapevolezza di aver svolto un mercato intelligentissimo che, alla fine, potrà portare bei risultati.

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1746 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.