Tottenham – Sunderland 1-0: Una magia di Bale non basta. Gli Spurs in Europa League

Alla fine i tifosi degli Spurs si dovranno accontentare per un altro anno dell’Europa League. Si perché a nulla è valso il gol messo a segno da Bale nel finale che ha dato la vittoria al suo Tottenham contro un Sunderland mai domo e in più di una circostanza pericoloso. Il match inizia con gli uomini di Villas Boas subito pericolosi con Adebayor, che al 6′ pescato in area da Assou-Ekotto non riesce a spingere in rete il pallone. Al 25′ un azione manovrata da Dembelè porta alla conclusione Huddlestone. Il Sunderland di Di Canio fa capire però che è arrivato a Londra per giocarsela e festeggiare nel migliore dei modi la salvezza raggiunta la settimana scorsa. I bianco – rossi, oggi in divisa blu, ci tentano con Wrickham ma senza fortuna. Il giovane talento inglese è il più pericoloso dei suoi e va vicino al vantaggio per ben due volte. Prima al 31′ quando una sua conclusione impegna severamente Lloris e poi poco più tardi quando con il destro non incrocia abbastanza per far male alla squadra di casa. Il Tottenham finisce in crescendo ma non riesce a portarsi in vantaggio nonostante Bale bombardi costantemente la porta difesa da Mignolet. Il secondo tempo rispecchia lo stesso copione del primo tempo, Bale ci prova da fuori più di una volta e il Sunderland cerca di sorprendere con le ripartenze. L’occasione più ghiotta l’ha Dempsey al 53′ quando sfiora il gol di testa. L’ episodio cardine però capita al 75′ quando Vaughan già ammonito commette un intervento scomposto su Bale. Secondo giallo e rosso che lascia gli ospiti in 10 e da la possibilità agli Spurs di andare a vincere la partita. Le notizie che arrivano da Newcastle non son delle migliori e in attesa di un miracolo il Tottenham aumenta la pressione e gli ultimi 10′ sono di puro dominio. All’81’ un ennesimo tiro di Bale viene respinto. Poco più tardi Sigurdsson imbeccato in area non riesce a siglare il gol del vantaggio. Per sbloccare la gara ci vuole una magia, ci pensa Bale a crearla con un tiro a giro che toglie la ragnatela dall’incrocio. Il gol da un po’ di speranza ma questa si spegne quando al St. James Park arriva il fischio finale.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.