Premier Liga: Il CSKA vince il derby e ringrazia lo Zenit per l’errore. Brutta sconfitta per l’Anzhi.

A due giornate dal termine in Russia si può già ipotizzare chi sarà ad accaparrarsi il titolo. La ventottesima giornata del massimo campionato russo metteva di fronte le prime due della classifica a due trasferte complicate. Il CSKA supera l’ostacolo facilmente, grazie a un super Vagner Love che nel primo tempo realizza una doppietta, battendo per 4a1 i cugini della Lokomotiv. La squadra di Mosca ringrazierà sicuramente l’errore commesso dallo Zenit sul campo del Rostov. Gli uomini di Spalletti passano subito in vantaggio grazie al gioiellino belga Witsel, ma si fanno recuperare a 10′ dal termine grazie ad un rigore messo a segno da Dyakov. Sbaglia anche l’Anzhi che si fa sorprendere da un Terek mai domo e che approfitta degli svarioni difensivi degli uomini di Hiddink, che adesso rischiano l’Europa nonostante siano al terzo posto poichè sono inseguiti a soli tre punti di distanza dal trio Kuban, Kazan, Dinamo Mosca. Proprio il Kuban è la sorpresa del campionato di quest’anno. La società di Krasnodar vince per 4-0 grazie ad una prestazione splendida di Ibrahima Balde. Il Rubin batte 2-1 il Saransk e lo inguaia sempre più nella lotta per la salvezza che ha già un nome in meno, quello dell’Alania sconfitto dal Novgorod e retrocesso. Solo un pari per la Dinamo Mosca che rimane comunque a tre punti dal terzo gradino. Continua a sperare un posto in Europa anche lo Spartak che trova solo un pareggio in casa e si fa scavalcare in classifica.

Fk Rostov – Zenit 1-1 (rig Dyakin 81′, Witsel 8′)

Lokomotiv Mosca – CSKA Mosca 1-4 (Tarasov 55′, Vagner Love 6′ 44′, Musa 26′, Doumbia 74′)

Terek – Anzhi 1-0 (Piriz 25′)

Kuban – Amkar (Balde 6′ 42′, Popov 44′, rig Pizzelli 74′)

Kazan – Saransk 2-1 (Karadeniz 7′, Dyadyun 75′, Mukhametshin R 40′)

Dinamo Mosca – Krasnodar 1-1 ( Kokorin 69′,Pereyra 62′)

Novgorod – Alania 1-0 (rig Karyaka 45′)

Spartak Mosca – Samara 1-1 (Suchy 31′, Nemov 8′)

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.