Scottish Cup: pazzo Hibernian rimonta tre gol e vola in finale, ad attenderlo il Celtic

Weekend scozzese dedicato alla coppa nazionale, in programma le semifinali entrambe giocate nello stadio nazionale Hampden Park di Glasgow.

Pazzo hibs Il match del sabato poneva di fronte l’Hibernian ed il Falkirk, squadra di First Division attualmente quarta in classifica. Freschi di nuovo allenatore il Falkirk è una squadra molto giovane ed inesperta ed era alla ricerca del “giant killing”, e dopo quarantacinque minuti sembrava che l’impresa fosse compiuta. Si perchè dopo la prima frazione di gara la squadra della omonima città resa celebre dal film Braveheart era in vantaggio 3-0, e con un poco di fortuna in più il punteggio poteva essere più ampio. Ma la favola non si è compiuta, complice un Hibernian trasformato nel secondo tempo che ha rimontato tre gol ( con un rigore sbagliato incorporato ) e portato la partita ai tempi supplementati. I trenta minuti extra sono stati un monologo biancoverde ed una staffilata dai trenta metri di Griffiths ha regalto ai suoi la vittoria per 4-3 in una partita che entrerà nella storia della competizione. Seconda finale conecutiva per l’Hibernian, l’anno scorso finì male, nel derby cittadino con gli Hearts si imposero i rivali con l’umiliante punteggio di 5-1 e “piccolo particolare” non vincono la Coppa di Scozia dal 1902.

Green battle Il Celtic supera con fatica, dopo 120 minuti ,il Dundee United e raggiunge gli hibs in finale in quella che sarà una finale bianco-verde-cattolica. 4-3 il risultato finale di una partita ricca di gol ed emozioni. Partita dai grandi significati emotivi per i due allenatori Lennon del Celtic e McNamara del Dundee United, entrambi ex leggende e capitani del club cattolico di Glsgow. Il Celtic è passato n vantaggio dopo soli tre minuti grazie a Commons ma poi è stato rimontato e superato, quindi 2-2 e 3-2 Celtic ma il Dundee United non ha mollato niente ed ha pareggiato il conto mandano la partita ai supplementari. Stokes al minuto centoquattro ha segnato il gol del definitivo 4-3 che consente ai suoi di raggiungere la finale in programma il prossimo 26 maggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.