Liga: Il Betis prolunga la crisi del Valencia. Il Malaga schianta il Rayo. Vittorie importanti per Espanyol e Getafe.

Terza sconfitta consecutiva per il Valencia di Miroslav Djukic che allo stadio Benito Villamarin inciampa su un Betis mostratosi per un tempo nettamente superiore. Gli uomini di Pep Mel centrano la prima vittoria in campionato, frutto di un primo tempo fantastico conclusosi con i biancoverdi in vantaggio di tre gol grazie alle reti di Molina e alla doppietta di Sevilla,tornato quest’anno a livelli grandiosi. Nella ripresa il Valencia trova la rete della bendiera con Ricardo Costa.
Prima vittoria anche per il Malaga che con un roboante 5a0 si libera del Rayo Vallecano, mostratosi in quest’inizio di stagione lontano parente di quello tanto ammirato e vantato lo scorso anno. Man of the match è Mounir El Hamdaoui,che corona il suo esordio con una tripletta. L’attaccante marocchino è arrivatoa Malaga in prestito dalla Fiorentina nell’affare Joaquin. Chissà se i viola, proprio nel giorno dell’infortunio di Gomez, si staranno pentendo della scelta fatta. Le altre reti sono siglate da Portillo e dall’ex Lazio Eliseu.
Soffre ma vince l’Espanyol che per 90′ subisce le sortite offensive del Granada. La squadra di Barcellona con questa vittoria si piazza al quinto posto con otto punti. Da segnalare però le polemiche per il gol di Lanzarote arrivato grazie alla punizione all’interno dell’aria fischiata dall’arbitro, per un presunto retropassaggio.
Continua a perdere l’Osasuna, sempre fermo a 0 punti con quattro sconfitte consecutive. Il Getafe è bravo a rimediare lo svantaggio iniziale siglato da Torres grazie alla doppietta di Miku che sgancia i suoi dal fondo della classifica e regala la prima vittoria in campionato

COPY CODE SNIPPET
About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.