Liga, Atletico a valanga sull’Almeria; reti bianche tra Levante e Real Sociedad

LIGA ATLETICO MADRID. Comincia il quarto turno di Liga con in campo subito Atletico Madrid e Real Sociedad, impegnate la prossima settimana in Champions League. Vediamo com’è andata.

ATLETICO MADRID-ALMERIA 4-2: 15′ Villa, 37′ Diego Costa (rig), 40′ Rodri (A), 64′ Tiago, 67′ Raul Garcia, 90′ Vidal (A)

Quarta vittoria di fila per i colchoneros che restano a punteggio pieno in vetta alla classifica. Praticità e, perchè no, un pizzico di spettacolo per l’undici di Simeone che firma il miglior inizio nella storia del club, in termini di gol fatti, dopo quello della stagione 55-56. Contro l’Almeria, troppo remissivo sin dai primi minuti, apre il tabellino al quarto d’ora David Villa che, con un sinistro al volo su palla spiovente, sigla il secondo gol consecutivo in campionato. Prima dell’intervallo raddoppia Diego Costa, migliore in campo con Raul Garcia, su rigore, ma Rodri riapre il match approfittando di una palla vagante nell’area dell’Atletico. A metà ripresa, nel giro di tre minuti, partita chiusa: prima Tiago è liberato da un perfetto schema su punizione e marca il 3-1, poi Raul Garcia mette il sigillo con una conclusione di prima su assist di Juanfran, fresco di rinnovo. Nel finale, gloria anche per Aleix Vidal, al primo gol nella Liga.

LEVANTE-REAL SOCIEDAD 0-0

In vista della Champions, un punto a Valencia contro il Levante può andar bene. La Real Sociedad, con sentiti ringraziamenti a Claudio Bravo che nella ripresa evita con almeno due grandissimi interventi il capitombolo, esce indenne dal Ciutat de Valencia. Al primo tempo parecchio noioso, fa seguito una ripresa frizzante, coi padroni di casa che, a conti fatti, avrebbero meritato di portare a casa i tre punti. Decisivi i cambi nell’intervallo: Caparros sostituiva Barral e El Adoua con Babà e Ivanschitz, rivoltando la gara. L’attaccante, in particolare, impegnava Bravo in tre occasioni: la prima, soprattutto, è clamorosa con l’ex United solo davanti al portiere ospite e incapace di siglare il vantaggio. L’occasione per il colpaccio, comunque, arrivava a metà ripresa anche per i baschi che, nella stessa azione, sfioravano tre volte il gol con Seferovic, Xabi Prieto e Vela: bravi, nell’occasione, il portiere costaricano Keylor Navas e Vyntra. Nel finale, altro brivido per la Real: Diop, all’85’, colpisce un palo che non fa altro che aumentare i rimpianti per i padroni di casa.

About Alfonso Alfano 1756 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.