Liga NOS: Porto e Benfica continuano a battagliare, lo Sporting ad inseguire. Non cambia nulla in zona retrocessione

Nulla è cambiato al termine della ventitreesima giornata di Liga NOS, sia per quel che riguarda la vette, sia per quel che riguarda la zona retrocessione e sia per quel che riguarda la classifica in generale. Infatti, sono state solo cinque le squadre capaci di portare a casa l’intera posta in palio, in un turno di campionato che ha visto davvero tanti pareggi.

Tra queste c’è il Benfica che, con il 3-1 allo Chaves, continua a guardare tutti dall’alto. Al di là del risultato, la partita non è stata molto facile per le Aquile, soprattutto nel primo tempo, dove non sono riuscite ad avere fluidità nella propria manovra, contro uno Chaves molto determinato a portare via punti preziosi. Ad essere pericolosi, infatti, sono proprio gli ospiti con Martins che, messo davanti ad Ederson da Willian, si incarta e non riesce a segnare il gol del vantaggio. Vantaggio che arriva, invece, per il Benfica con la rete del solito Mitroglou che, con un colpo di testa, batte Antonio Filipe. Lo Chaves protesta molto sul gol del Benfica, in quanto il greco ha nettamente spinto giù Massaia, impedendogli di combattere sul pallone, ma l’arbitro Almeida convalida il gol, spiegando ai giocatori dello Chaves che Mitroglou ha solo preso posizione senza commettere infrazione, ma i dubbi restano e sono tanti. Furioso per il presunto gol irregolare, lo Chaves risponde ancora con un tiro di poco alto di Martins, per poi riuscire a pareggiare sul finire del primo tempo con un bel destro da fuori area di Bressan, sul quale Ederson nulla può. Nel secondo tempo, il Benfica entra molto più determinato ed agguerrito ed è lo Chaves ad iniziare ad avere problemi nella gestione del pallone ed in fase di costruzione. Bastano i primi cinque minuti della ripresa, infatti, per vedere il nuovo vantaggio del Benifca firmato da Silva, che mette dentro a porta vuota, nonostante la forte opposizione di Antonio Filipe. A chiudere definitivamente i conti ci penserà ancora Mitroglou all’ultimo minuto regolamentare prima del recupero, dopo aver anticipato la difesa.

Il Porto non ha nessuna intenzione di far scappare il Benfica e, nonostante l’inferiorità numerica rimediata a gara in corso, vince di misura sul campo del Boavista. Dragoes sbloccano subito la gara al minuto 7, con l’ennesima rete del brasiliano Tiquinho Soares che, su cross di Corona, mette dentro a porta sguarnita, sbucando alle spalle dei difensori bianconeri. Dopo una mezz’ora abbastanza noiosa, il Boavista sfiora il pareggio con un destro di de Carvalho Santos, prontamente deviato in corner da Casillas. Tre minuti dopo, è il Porto a rendersi pericoloso con la cavalcata di Brahimi sulla fascia, con l’algerino che mette a ferro e fuoco tutto quello che ha davanti, mette in mezzo il pallone e permette a Soares di scagliare un bomba da distanza ravvicinata, respinta con una grande prontezza di riflessi da Vagner. Poco dopo, è ancora Soares a divorarsi il 2-0 a tu per tu con Vagner, cercando il pallonetto anziché tirare di potenza o di precisione. Il primo tempo si chiude con un’altra azione pericolosissima del Porto, iniziata e conclusa da Brahimi, il migliore dei suoi come già lo era stato in Champions League contro la Juventus (gara persa poi 2-0), che non riesce a controllare al meglio il pallone e a bucare Vagner. La ripresa non vive di grandi emozioni fino all’ultimo quarto d’ora quando Soares manda al bar un difensore con un sombrero e serve André André al limite dell’area, ma il numero 20 sbaglia tutto, calciando alto sopra la traversa. All’81’, però, il Porto decide di complicarsi i minuti finali, restando ancora una volta in dieci per l’espulsione di Maxi Pereira, con l’argentino che, già ammonito, affossa Bukie sulla fascia. Nonostante l’inferiorità numerica, il Porto non va mai in sofferenza negli ultimi minuti, rispetto a quanto capitato contro la Juve, complice anche il vantaggio e riesce a condurre la partita fino al fischio finale, restando incollato agli odiati rivali.

Non molla nemmeno lo Sporting che accarezza ancora la possibilità, seppur ridotta ai minimi termini, di arrivare quantomeno al secondo posto, per garantirsi un posto sicuro nella prossima edizione della Champions League senza dover passare dai preliminari. La squadra di Jorge Jesus soffre ma vince per 2-0 in casa di un buon Estoril segnando un gol per tempo. Dopo un inizio di gara molto lento, la squadra di Lisbona trova il vantaggio al 22′ con il tocco sotto porta di Bryan Ruiz su assist del solito Schelotto, mentre l’Estoril protesta per un fuorigioco che, come si evince dalle immagini, non c’è. Lo Sporting sfiora anche il secondo gol prima della fine della prima frazione, ma Carvalho spara alle stelle. Nella ripresa, lo Sporting appare più voglioso nel voler chiudere la gara e continua a flirtare con il 2-0, con Dost pericolosissimo al 55′, ma l’olandese non riesce a metter dentro l’assist confezionatogli da Gelson Martins. Sarà, però, proprio Dost a chiudere il match all’86’, segnando il suo diciottesimo gol stagionale, per una stagione davvero da ricordare, con l’olandese tornato finalmente ai livelli di quando era all’Heerenveen.

Punto inutile per il Tondela contro il Maritimo, poiché non permette alla squadra ultima in classifica di avvicinarsi al terzultimo posto, mentre il Maritimo si conferma squadra samaritana. Infatti, la formazione di Funchal, dopo aver pareggiato lo scorso turno contro il Nacional, penultimo in classifica, ha deciso di regalare un altro punto ad un’altra squadra in difficoltà. Gli ospiti, poi, sono anche fortunati, poiché, dopo essere andati sotto per effetto del gol di Murillo al 7′ e aver pareggiato con il gol di Silva al quarto d’ora della ripresa, vedono il Tondela sbagliare un calcio di rigore che sarebbe potuto essere davvero pesante. Autore dell’errore dal dischetto a dieci minuti dal termine è Wagner, che potrebbe portarsi questo errore sulla coscienza fino al termine del campionato.

Ben due, invece, sono i pareggi a reti inviolate in questo turno di campionato e sono quello tra Nacional Feirense, con il punto che va meglio agli ospiti che continuano a tenere dieci punti di distacco sulla zona retrocessione, e quello tra Rio Ave Paços Ferreira, con il Rio Ave che ha dominato la partita in lungo e in largo ed avrebbe senz’altro meritato una vittoria molto larga.

Pareggio per 1-1 tra Vitoria Setubal Braga, con i biancorossi che continuano il loro score senza vittorie. I gol arrivano tutti nel secondo tempo, con il vantaggio ospite firmato da Fede Cartabia, mentre il pari del Vitoria porta il nome di Costinha, che pareggia al 90′. Prima del pareggio, però, il Braga aveva sbagliato anche un calcio di rigore con Vukcevic che avrebbe sicuramente chiuso il match ed interrotto la striscia sempre più negativa.

Vittoria di misura per il Vitoria Guimaraes contro il Moreirense. I biancoverdi, dopo aver vinto la Taça da Liga, non sono più riusciti a vincere una partita. Il primo tempo è abbastanza noioso con pochissime occasioni per entrambe, ma il Vitoria Guimaraes è più freddo sotto porta e passa in vantaggio grazie ad Hurtado, bravo a sfruttare l’unica occasione vera creata dalla sua squadra. Il secondo tempo, invece, è tutt’altra cosa rispetto al primo ed il Moreirense sfiora più volte il pareggio, ma alla fine arriva un’altra dura sconfitta che non lo allontana dalla zona rossa.

Chiude il programma della ventitreesima giornata la vittoria, nel posticipo di lunedì, del Belenenses sull’Arouca per 2-1. Ai biancoblu serve la doppietta in quattro minuti di Maurides nel secondo tempo per ribaltare l’1-0 del primo, firmato da Tomane. Brutto stop per l’Arouca, arrivato alla terza sconfitta consecutiva, rovinando quanto di buono era stato costruito prima delle sconfitte.

RISULTATI 23° GIORNATA – Liga NOS

Venerdì 24 Febbraio

Vitoria Guimaraes 1-0 Moreirense 35′ Hurtado (ore 20:00)

Benfica 3-1 Chaves 17′, 89′ Mitroglou (B), 44′ Bressan (C), 50′ R. Silva (B) (ore 22:00)

Sabato 25 Febbraio

Tondela 1-1 Maritimo 7′ Murillo (T), 60′ R. Silva (M) (ore 17:00)

Estoril 0-2 Sporting CP 22′ B. Ruiz, 86′ Dost (ore 19:15)

Rio Ave 0-0 Paços Ferreira (ore 21:30)

Domenica 26 Febbraio

Nacional 0-0 Feirense (ore 17:00)

Vitoria Setubal 1-1 Braga 69′ Fede Cartabia (B), 90′ Costinha (S) (ore 19:00)

Boavista 0-1 FC Porto 7′ T. Soares (ore 21:15)

Lunedì 27 Febbraio

Arouca 1-2 Belenenses 38′ Tomane (A), 53′, 57′ Maurides (B)

CLASSIFICA

Benfica 57 pt

FC Porto 56 pt

Sporting CP 47 pt

Braga e Vitoria Guimaraes 39 pt

Maritimo 34 pt

Chaves 32 pt

Vitoria Setubal 30 pt

Boavista, Rio Ave e Belenenses 29 pt

Arouca 27 pt

Feirense 26 pt

Paços Ferreira 24 pt

Estoril 20 pt

Moreirense 19 pt

Nacional 16 pt

Tondela 15 pt

 

 

 

 

 

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.