Liga NOS: Casillas salva il Porto e lo tiene a -1 dal Benfica. Sporting tagliato fuori dalla lotta per il titolo?

Porto's Brazilian forward Soares celebrates after scoring the opening goal during the Portuguese league football match FC Porto vs Sporting CP at the Dragao stadium in Porto on February 4, 2017. / AFP PHOTO / MIGUEL RIOPA

In questa ventesima giornata di Liga NOS tutti gli occhi erano sicuramente puntati sulla super sfida dell’Estadio do Dragao tra Porto Sporting Club e la partita ha rispettato pienamente i pronostici, regalando spettacolo fino alla fine.

La squadra di Espirito Santo è riuscita ad imporsi per 2-1 su quella di Jorge Jesus, brava a rimanere in partita fino alla fine, disputando un gran secondo tempo. Nella prima parte il Porto, però, è più cinico e, sebbene non riesca a far possesso, più pericolosa. Pronti, via ed i Dragoes vanno subito in vantaggio al 6′: cross dalla destra calibrato benissimo da Corona e colpo di testa poco potente, ma preciso di Soares, lasciato tutto solo dalla difesa biancoverde, che buca un incolpevole Rui Patricio. La partita si mette bene per il Porto, ma lo Sporting tenta di reagire subito ed al 17′ va alla conclusione dalla distanza con Pereiro, con il pallone che finisce non molto distante dall’incrocio dei pali. Al 27′, da calcio d’angolo, Coates colpisce di testa costringendo Casillas ad una grande parata. Tuttavia, l’arbitro Miguel ferma il gioco per una spinta, proprio di Coates ai danni di André Silva. Al 40′, però, il Porto trova il raddoppio con una bella cavalcata di Soares che salta anche Rui Patricio prima di depositare in porta. Sembra ormai fatta per il Porto, ma nel calcio nulla è sicuro e nel secondo tempo lo Sporting entra con tutt’altro piglio e, dopo aver preso una traversa con Silva, trova il gol dell’ 1-2 all’ora di gioco ed è un gioiello da 25 metri di Ruiz, che piega le mani a Casillas con un sinistro al volo, dopo aver addomesticato di petto il pallone. Grazie all’argentino, lo Sporting trova nuove forze e va all’assalto della porta difesa da Casillas, ma le varie conclusioni effettuate non colpiscono mai lo specchio della porta. Al 78′, lo Sporting reclama un calcio di rigore per un tocco di mano di Corona nel contrasto con Silva, ma dalle immagini appare chiaramente visibile come le braccia siano attaccate al corpo. Negli ultimi minuti ci sono altri due brividi per la difesa del Porto: prima Dost non riesce a toccare un pallone lanciato pericolosamente in area, poi, al 93′ è Iker Casillas a rendersi eroe del match con una grandissima parata con la manona destra sul colpo di testa di Dost. Il Dragao esplode di gioia mentre Jorge Jesus si mette le mani nei capelli per il miracolo di Casillas che mette al sicuro tre punti pesantissimi. Con questa sconfitta, lo Sporting scivola a -9 dalla seconda posizione e a -10 dalla prima. Ma sono davvero finiti i sogni di gloria dello Sporting? Ad oggi diremmo di si, ma nel calcio portoghese non bisogna mai dare nulla per scontato.

Il Benfica, conscio di ritrovarsi, almeno momentaneamente, al secondo posto, si rialza subito dopo la sconfitta contro il Vitoria Setubal e travolge per 3-0 il Nacional, che sprofonda all’ultimo posto in classifica. La partita è molto scorbutica nei primi minuti ed il Nacional sfiora anche il clamoroso vantaggio, ma al 26′ sono le Aquile a passare avanti, con il colpo di testa di Jonas. Sempre Jonas, poi, mette al sicuro il risultato dieci minuti dopo con un bel sinistro a giro che va ad insaccarsi nell’angolino basso a sinistra. Nella ripresa il Benfica gestisce senza affanni il risultato e chiude definitivamente i conti all’81’ con il gol dell’immancabile Mitroglou. Serviva una risposta dopo le due sconfitte consecutive tra campionato e coppa ed il Benfica l’ha data, riconquistando subito il primato.

Altro passo falso del Vitoria Guimaraes che cade per 2-0 in casa del Paços Ferreira che si allontana dalla zona calda. A decidere la sfida sono i gol di Pedrinho Welthon, entrambi a segno nella ripresa, dopo un primo tempo davvero orribile del Paços, dove ha rischiato di andare più volte sotto e deve ringraziare soltanto il Guimaraes per la poca cattiveria sotto porta. Si concludono a reti inviolate invece le sfide tra Belenenses e Tondela (che chiude addirittura il match in 9) e tra Chaves Boavista. Tra le quattro, l’unica contenta del punto ottenuto è il Tondela che abbandona finalmente l’ultimo posto in classifica.

Vittoria importante, invece, per l’Arouca che stende 2-1 un Vitoria Setubal troppo sprecone e che non riesce a confermare quanto visto di buono contro il Benfica. Altra bella prova dell’attaccante dell’Arouca, Kuca, che con la sua doppietta porta la sua squadra a quota 27 punti. Al Vitoria, purtroppo, non basta l’ennesimo gol di Edinho, bravo a riaprire il match al termine del primo tempo.

Il Moreirense non riesce a dar seguito alla bella vittoria in Taça da Liga e cade di misura in casa del Maritimo. La squadra di Funchal è una delle squadre più ostiche da affrontare sul proprio campo dove ha ottenuto, contando anche questa vittoria, 6 vittorie, 2 pareggi e 2 sole sconfitte. Il gol che decide il match arriva al 16′ con un bel colpo di testa di Fransergio su bell’assist di Bessa. Questo successo permette al Maritimo di portarsi a -4 dalla zona europea.

Delude ancora il Braga che riesce nell’impresa di farsi fermare dalla squadra più in crisi del campionato, l’Estoril, per giunta sul proprio campo. La squadra di Simao sfiora più volte il vantaggio, ma sono i gialloblu a passare avanti al 34′ con uno stacco imperioso di Kleber, arrivato dopo uno splendido cross di Lica. Il pareggio del Braga arriva nella ripresa, al 54′ ed è firmato da Rosic. Il serbo è veloce ad anticipare tutti da calcio d’angolo e batte Moreira di testa. Nel finale il Braga avrebbe anche la possibilità di vincere la partita, ma Moreira si supera e respinge di piede il colpo di testa forte, ma centrale, di Rui Fonte che già pregustava il gol vittoria. Un pareggio che serve a poco e che non permette al Braga di superare lo Sporting al terzo posto. Punto importantissimo per l’Estoril che torna a fare finalmente punti dopo un periodo ampiamente negativo

Chiude il programma della ventesima giornata la vittoria del Feirense sul Rio Ave per 2-1, portandosi a +8 sulla zona calda. I padroni di casa passano subito in vantaggio al 6′ con il gol del solito Platiny che in sforbiciata batte Cassio, grazie anche ad una deviazione fortuita della difesa che, però, non toglie nulla al gesto tecnico. Sei minuti dopo è il greco Karamanos a sfiorare il raddoppio, con il il tiro che finisce sull’esterno della rete. Nella ripresa il Rio Ave prova ad essere più concreto e va vicino al pareggio, ma al 74′, preso alla sprovvista, subisce il 2-0 di Karamanos che batte Cassio in uscita con un bel pallonetto. A questo punto, per il Rio Ave c’è solo il tempo di trovare il gol della bandiera con Paciencia al minuto 90.

RISULTATI 20° GIORNATA – Liga NOS

Venerdì 3 Febbraio

Paços Ferreira 2-0 Vitoria Guimaraes 59′ Pedrinho, 70′ Welthon (ore 21:30)

Sabato 4 Febbraio

Chaves 0-0 Boavista (ore 17:00)

FC Porto 2-1 Sporting CP 6′, 40′ Soares (P), 60′ Ruiz (S) (ore 21:30)

Domenica 5 Febbraio

Arouca 2-1 Vitoria Setubal 18′, 36′ Kuca (A), 45’+2 Edinho (S) (ore 17:30)

Benfica 3-0 Nacional 26′, 35′ Jonas, 81′ Mitroglou (ore 19:00)

Belenenses 0-0 Tondela (ore 21:15)

Lunedì 6 Febbraio

Maritimo 1-0 Moreirense 16′ Fransergio (ore 20:00)

Braga 1-1 Estoril 34′ Kleber (E), 54′ Rosic (B) (ore 22:00)

Feirense 2-1 Rio Ave 6′ Platiny (F), 74′ Karamanos (F), 90′ Paciencia (R) (ore 22:00)

CLASSIFICA

Benfica 48 pt

Porto 47 pt

Sporting 38 pt

Braga 37 pt

Vitoria Guimaraes 35 pt

Maritimo 31 pt

Chaves e Vitoria Setubal 28 pt

Rio Ave 27 pt

Arouca 27 pt

Boavista 25 pt

Belenenses 24 pt

Feirense 22 pt

Paços Ferreira 20 pt

Moreirense 18 pt

Estoril 16 pt

Tondela 14 pt

Nacional 13 pt

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.