Friburgo-RB Lipsia 1-4: Forsberg incanta, la neopromossa vola a +6 sul Bayern! [VIDEO]

werner forsberg rb lipsia

Settima vittoria consecutiva, imbattibilità mantenuta, primo posto confermato, record di punti per una neopromossa a questo punto del campionato (anche più del Kaiserslautern campione nel 97-98): il RasenBallsport Lipsia continua a macinare punti e successi. A Friburgo, nello scontro tra neopromosse, gli uomini di Hasenhüttl vincono 3-1 nell’anticipo della 12esima giornata di Bundesliga e si portano provvisoriamente a +6 sul Bayern Monaco secondo. Una serata dolcissima per gli ospiti, trascinati sì dalla doppietta di Timo Werner (la terza stagionale, proprio sul campo dove divenne il più giovane nella storia del campionato tedesco a siglare due gol nella stessa partita), ma anche dalla vena del solito Forsberg e dal dinamismo di Sabitzer.

Insomma, dopo la conquista della vetta solitaria la scorsa settimana, era una sorta di esame di maturità per quella che è stata già etichettata come “la favola dell’anno”, il nuovo Leicester. Il miracolo sportivo, al momento, è tangibile, difficile però considerare il RB Lipsia un’autentica favola ma meglio evitare di cadere nelle discussioni che hanno animato la Germania calcistica nelle ultime settimane.

Più opportuno concentrarsi sulla vittoria su un campo ostico: il Friburgo ha cominciato bene la stagione, 15 punti in 12 partite, unica squadra a non aver mai pareggiato. C’era attesa anche per vedere all’opera l’italo-tedesco Vincenzo Grifo, reduce dal bellissimo gol al Mainz, il terzo stagionale: l’ala sinistra ha lottato, si è reso autore di buoni spunti ma spesso è caduto in eccessi di egoismo e si è fatto notare al solito coi suoi calci piazzati, meno precisi del solito. Alla fine è stata una prestazione sufficiente, non è di certo stata la sua serata.

Terreno spianato per gli ospiti che, dopo poco più di un minuto, passano in vantaggio: meraviglioso il destro all’incrocio, dalla distanza, di Naby Keita. Per il centrocampista guineano ex Salisburgo, già autore dello storico gol vittoria contro il Dortmund alla seconda giornata, è il quarto gol stagionale. Bella, comunque, la reazione del Friburgo che riesce a pareggiare già al quarto d’ora: gran cross, di esterno destro, di Stenzel, Ilsanker si fa sorprendere dalla traiettoria insidiosa e alle sue spalle spunta Niederlechner, bravo a battere di testa Gulacsi.

Poco male, il RB Lipsia riprende a giocare comandando ritmi e gioco, i padroni di casa si fanno notare soltanto con qualche folata in contropiede, nemmeno Petersen, lanciato titolare viste le diverse assenze a centrocampo, è in gran serata. Al 21′, allora, ecco il raddoppio del Lipsia: lancio di Demme, Torrejon non sale con la sua difesa e tiene in gioco Werner. Il giovane esterno controlla al volo, a seguire, e dribbla Schwolow, prima di depositare nella porta sguarnita. Werner è una furia sulla sinistra, al 35′ arriva la sua doppietta praticamente con lo stesso movimento, col taglio in mezzo e il passaggio filtrante dalle retrovie: stavolta è Forsberg a imbeccarlo, perfetto il piatto sul secondo palo del classe ’96, arrivato a sette gol in campionato.

Ilsanker con uno scivolone rischia di lanciare a rete Grifo, poi è Gunter a provarci dalla distanza; Il Friburgo ci prova, anche a inizio ripresa compie il massimo sforzo per riaprire il match ma non va oltre la traversa di Hofler sugli sviluppi di un angolo. Passato il momento più difficile, il RB Lipsia prende allora totalmente le redini del match, accelerando a proprio piacimento e controllando il possesso palla senza particolari difficoltà. Nel finale, allora, i ragazzi di Hasenhuttl dilagano: sale in cattedra il già positivo Sabitzer, che prima colpisce il palo da posizione quasi impossibile dopo aver superato Schwolow, poi fa poker con un preciso destro sul primo palo, imbeccato da un altro splendido assist di Forsberg. Lo svedese dispensa perle a ripetizione e sfiora anche il 5-1: sarebbe stato forse troppo per il Friburgo, ma oggi in campo c’era solo una neopromossa…

About Alfonso Alfano 1751 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.