CSL 18° turno: Guarin decide il derby di Shanghai, il Guangzhou archivia la pratica campionato

Chinese Super League, le ultime partite del 18° turno: il trionfo dello Shanghai Shenhua nel derby cittadino e la rimonta del Guangzhou Evergrande targata Zheng Long.

SHANGHAI: CAO YUNDING E GUARIN GUIDANO LA RIMONTA

Non è stato un derby di Shanghai entusiasmante, a parte gli ultimi minuti che hanno visto la clamorosa rimonta dello Shenhua, con la metropoli che torna a tingersi di blu dopo il rigore trasformato da Guarin.
Un derby che ha visto l’assenza di due giocatori importantissimi nell’economia del Sipg, quali Hulk e Dariò Conca, con Eriksson che propone un tridente offensivo composto da Wu Lei, Elkeson e Kouassi.

La partita sembrava destinata a terminare sull’1-1, con i gol dei due regazzi record di Shanghai e delle academy Xu Genbao: Wu Lei e Cao Yunding. Il primo è stato il più giovane a esordire nelle leghe professionistiche, a soli 14 anni, mentre il secondo il più giovane a segnare un gol, a 16 anni. Entrambi militavano nello Shanghai Songya (oggi Shanghai Sipg). Wu Lei ha portato in vantaggio le Metal Eagles al 55′ con un bolide dalla distanza, mentre Cao ha centrato il pareggio all’88’, a seguito di un grande forcing offensivo.

Nei minuti di recupero l’arbitro concede un rigore inesistente allo Shenhua: il capitano Moreno si diriige in solitaria verso la porta e Wang Shenchao tenta di fermarlo trattenendolo, il colombiano cade a terra, ma nonostante il fallo sia iniziato fuori dall’area l’arbitro indica comunque il dischetto e espelle il difensore. Dagli undici metri si presenta l’ex Inter Guarin, che decide il derby e segna il suo primo gol in campionato.

Da segnalare un brutto infortunio a Demba Ba, che costringe l’attuale capocannoniere della CSL (14 centri) ad abbandonare il campo da gioco in favore di Obafemi Martins.

IL RIORNO AL GOL DI ZHENG LONG: GUANGZHOU EVERGRANDE ORAMAI IRRAGGIUNGIBILE

Le inseguitrici del Guangzhou Evergrande perdono, le Tigri del Canton non sbagliano nemmeno questa volta e trionfano in rimonta sullo Changchun Yatai per 1-2, accumulando un rassicurante vantaggio di 13 punti sul secondo posto, che di fatto chiude il campionato.

I padroni di casa si portano in vantaggio nel corso del primo tempo con il difensore uzbeko Ismailov su calcio piazzato. In particolar modo la ripresa è un vero assedio, nel quale il Guangzhou non riesce a sfondare il muro eretto dello Yatai. Serve un giocatore di grande classe per effettuare la rimonta e Zheng Long sfoggia tutto il suo talento nel finale. L’esterno d’attacco dopo un lungo infortunio torna a segnare e lo fa con una doppietta nell’arco di due minuti, che regala la vittoria agli uomini di Scolari.

BARATRO PER JIANGSU E HEBEI FORTUNE

Non c’è fine alle pene di Jiangsu Suning e Hebei Fortune, costrette a dire addio alle ambizioni di titolo e a difendere le prime posizioni che gli permetterebbero di accedere alla AFC Champions League.

La squadra di Nanchino giunge alla terza sconfitta consecutiva fra campionato e coppa, questa volta per mano della neopromossa Yanbian Fude che prevale per 3-0, con lo Jiangsu del nuovo allenatore Choi Yong incapace di reagire. Saranno necessari al più presto i nuovi innesti Roger Martinez e Huong per ridare slancio alla stagione.

Ancora più grave la situazione dell’Hebei Fortune, che giunge alla quarta sconfitta consecutiva in campionato (cinque in totale contando le coppe) senza segnare gol. A Quinaghdao prevale il Beijing Guoan, grazie al goffo autogol causato dal difensore Ding Haifeng.

L’ESORDIO DI PELLE’

Inizia con un pareggio l’avventura cinese di Graziano Pellè, con lo Shandong Luneng che fa 1-1 in casa del Liaoning. L’attaccante della nazionale italiana gioca per ’90, senza incidere, in quanto assolutamente fuori forma fisica. Il gol del pareggio dello Shandong è stato realizzato su rigore, ma a incaricarsi della battuta è stato Walter Montillo, autore di 5 gol nelle ultime 3 partite.

LA CINA AI PIEDI DI ERAN ZAHAVI

Rocambolesca vittoria per il Guangzhou R&F, che prevale per 3-2 in casa sul Tianjin Teda, grazie alla doppietta realizzata da Eran Zahavi, autore di uno strepitoso avvio di stagione in Cina, con sei gol segnati in sole quattro partite fra campionato e coppa.

Nelle altre partite di giornata, l’Henan Jianye da l’addio alle proprie ambizioni continentali, cadendo in casa per 3-0 contro il Chongqing Lifan, mentre nei bassifondi della classifica l’Hangzhou Greentown pareggia in casa per 0-0 contro lo Shijiazhuang

Risultati

Yanbian Fude-Jiangsu Suning 3-0

Liaoning-Shandong Luneng 1-1

Henan Jianye-Chongqing Lifan 0-3

Hebei Fortune-Beijing Guoan 0-1

Guangzhou R&F-Tianjin Teda 3-2

Shanghai Shenhua-Shanghai Sipg 2-1

Hangzhou Greentown-Shijiazhuang 0-0

Changchun Yatai-Guangzhou Evergrande 1-2

Classifica

1. Guangzhou 18 14 3 1 38:9 45
2. Jiangsu Suning 18 9 5 4 25:19 32
3. Shanghai SIPG 18 8 6 4 29:14 30
4. Hebei 18 9 3 6 22:20 30
5. Shanghai Shenhua 18 7 7 4 29:18 28
6. Henan Construction 18 7 4 7 14:20 25
7. Guangzhou R&F 18 7 4 7 22:24 25
8. Beijing Guoan 17 6 6 5 16:14 24
9. Tianjin Teda 18 5 7 6 21:25 22
10. Yanbian 18 6 4 8 23:22 22
11. Liaoning 17 5 6 6 21:28 21
12. Chongqing Lifan 18 5 6 7 22:26 21
13. Hangzhou Greentown 18 5 4 9 13:20 19
14. Shandong Luneng 18 4 5 9 20:26 17
15. Shijiazhuang 18 3 6 9 13:26 15
16. Changchun Yatai 18 3 4 11 12:29 13

 

COPY CODE SNIPPET
About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.