Il Leicester di Ranieri in Umbria per visitare un santuario

Claudio Ranieri è leggenda in Inghilterra. E quando si compie qualcosa di incredibile, le tue azioni, le tue decisioni hanno decisamente un risalto differente.
Gli Umbri non possono che gioire a tale riguardo perché il coach del Leicester, da sempre devoto a Santa Rita da Cascia, ha deciso regalare un viaggio-premio tra le colline verdi della Valnerina. La vocazione spirituale è il principale motivo della destinazione scelta, che potrebbe diventare addirittura il luogo prescelto per affrontare l’importante ritiro estivo.
Foxes affronteranno una stagione con ben altre aspettative: il tecnico romano di Testaccio sa molto bene che, se vincere un campionato è davvero difficile, riconfermarsi lo è ancora di più. La qualità delle strutture a disposizione nei pressi del santuario e la tranquillità del luogo permettono di poter preparare in condizioni ideali una stagione difficile.
Questo splendido santuario era già stato scelto per le preparazioni estive vissute con altri club: Cagliari, Fiorentina, Chelsea e Monaco.

Il tecnico si lanciò nell’olimpo del professionismo proprio grazie al Cagliari e ancora oggi mostra riconoscenza per il club, definendo la sua promozione in A con la squadra sarda la più grande soddisfazione assieme ovviamente al titolo di premier League appena conquistato. Il presidente sardo Tommaso Gulini ha ammesso di averlo contattato la scorsa estate; tuttavia si è dichiarato assolutamente lieto che lui abbia rifiutato, in caso contrario non si sarebbe potuta vivere questa splendida favola inglese.

Nel frattempo Ranieri, lunedì 9 maggio, sarà insignito della ‘Palma d’Oro’ al merito tecnico, la massima onorificenza del Coni per un allenatore. “Dire che se l’è meritata è dire poco”, ha detto Malagò elogiando il tecnico romano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.