Premier League: Pellé trascina i Saints al successo, Guidolin perde immeritatamente

during the Barclays Premier League match between Stoke City and Southampton at Britannia Stadium on March 12, 2016 in Stoke on Trent, England.

Solo tre partite di Premier in questo sabato di calcio, a causa dei quarti di finale di FA Cup. Dopo il pareggio a reti bianche fra Norwich e City, è la volta del Bournemouth che trionfa sullo Swansea con un rocambolesco 3-2, mentre i Saints espugnano il campo dello Stoke City grazie alla doppietta di Pellè

Bournemouth-Swansea 3-2
Bella partita a Dean Court, dove lo Swansea di Francesco Guidolin e il Bournemouth di Eddie Howe cercano punti salvezza. Non che siano pericolosamente invischiate nella lotta per non retrocedere, ma oramai entrambe le squadre sembrano sul rush finale verso quota 40 e quindi ogni ghiotto bottino potrebbe essere quello decisivo per chiudere il discorso.
La spunta il Bournemouth, che dopo un buon inizio trova il gol al 37′ con il migliore in campo Gradel dopo una goffa respinta di Fabianski. Peccato che dopo un minuto Barrow entra nella cabina del telefono e ne esce travestito da Arjen Robben: parte dalla destra, dribbling, palla sul sinistro, tiro a giro sul secondo palo ed il pareggio è servito.
Nel secondo tempo le Cherries si riportano avanti con King dopo 5 minuti dal rientro in campo, ma ancora Barrow al 62′ guadagna il fondo e serve l’assist del 2-2 a Sigurdsson accorrente da dietro.
Da qui in avanti lo Swansea fa la partita e sfiora più volte il vantaggio. Il Bournemouth sembra pagare il buon avvio di gara, ma proprio nel momento migliore degli ospiti, al 78′, Cook trova la rete con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Mastica amaro Guidolin, costretto ancora a rimanere lontano dalla panchina, che sembrava poter portare a casa la terza vittoria di fila dopo Arsenal e Norwich. Sarà per la prossima, la squadra c’è e la classifica, per il momento, permette di respirare ancora un po’.

Stoke City-Southampton 1-2
Potters e Saints vengono da un periodo praticamente opposto: se lo Stoke ha totalizzato 10 punti nelle ultime 4 partite, il Southampton non ha strappato neanche un successo nelle ultime 3.
In campo, però, la musica sembra diversa: la squadra di Koeman si schiera a 4 dietro ed appare piuttosto solida ed unita. Al contempo gli attaccanti sembrano in vena e per i padroni di casa sono dolori.
Soprattutto Graziano Pellè sembra finalmente in forma. E’ lui al 10′ che conquista un corner con un colpo di testa deviato sopra la traversa da Butland.
Dalla battuta dalla bandierina è di nuovo l’attaccante italiano a svettare, ma stavolta il portiere nulla può, se non raccogliere il pallone dal fondo del sacco.
Al 30′ Pellè si defila sulla sinistra, posizione da cui sembrerebbe inoffensivo, ed invece si infila nella difesa scambiando con Tadic, entra in area dal lato corto e sferra un destro sul secondo palo che vale il raddoppio.
Lo Stoke è stordito e la squadra di Hughes fa difficoltà a riorganizzarsi. Il gol di Arnautovic a inizio ripresa sembra rimettere in partita i Potters, ma è un’illusione. Gli ospiti reggono abbastanza bene e portano a casa il risultato. 3 punti per il Southampton che significa affacciarsi nella lotta per i piazzamenti europei con Liverpool, United, West Ham e City.

Bournemouth-Swansea 3-2 (37′ Gradel, 39′ Barrow, 50′ King, 62′ Sigurdsson, 78′ Cook)
Stoke City-Southampton 1-2 (11′ Pellè, 30′ Pellè, 52′ Arnautovic)

About Luca Petrelli 157 Articoli
Cresciuto a pane e telecronache delle proprie partite con le figurine Panini sul campo di Subbuteo, sviluppa una passione viscerale per il calcio, che si trasforma presto in autentica dipendenza. Da sempre dalla parte degli underdog, non scambierebbe mai 1000 vittorie da cowboy con un unico grande successo indiano sul Little Bighorn. Tra una partita e l'altra, trova il tempo per laurearsi in economia, Tuttocalcioestero gli offre l'occasione per trarre finalmente qualcosa di buono dalla sua "malattia" per il pallone, strizzando l'occhio al sogno nel cassetto del giornalismo di professione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.