Barcellona-Siviglia 2-1: sono 34 i risultati utili consecutivi, eguagliato il record del Real Madrid

Il Barcellona sa solo vincere, al Camp Nou gli uomini di Luis Enrique rimontano il Siviglia trionfando per 2-1 grazie alle reti di Messi e Piqué.

Lo stesso risultato del match di andata, in favore del Siviglia, eravamo a ottobre, con Messi costretto ai box, da quel momento i catalani non si sono più fermati e con i tre punti conseguiti questa sera giungono a 34 partite senza sconfitte, eguagliando così il record del Real Madrid nella stagione 1988/89.

Le formazioni

Barcellona 4-3-3: Bravo, Alba, Mathieu, Piqué, Vidal, Turan, Busquests, Roberto, Neymar, Suarez, Messi

Siviglia 4-2-3-1: Rico, Tremoulinas, Timothee, Rami, Coke, Cristoforo, N’zonzi, Krohn Deli, Iborra, Vitolo, Gameiro

I catalani provano a gestire il ritmo del match con un asfissiante possesso palla, il Siviglia attende nella propria metà campo provando a ripartire con Gameiro che fa salire la squadra e gli esterni Vitolo e Khron Deli pronti ad attaccare la profondità.
La prima grande occasione è per gli ospiti su calcio d’angolo, la difesa del Barça non riesce a spazzare il tiro dalla bandierina e la sfera, dopo essere rimbalzata in area finisce sui piedi del difensore Timothee che calcia senza centrare la specchio della porta. Dopo lo spavento iniziale il Barcellona colpisce due legni nel giro di pochi secondi, il primo, alquanto clamoroso è di Messi che calcia sul palo direttamente su calcio d’angolo, sul prosieguo dell’azione la sfera giunge a Suarez che dal limite esplode un tiro che si stampa sulla traversa.
Il Siviglia si porta in vantaggio al 20′ con Vitolo, l’esterno taglia dalla sinistra alle spalle della difesa e viene pescato da un’ottima imbucata di Tremoulinas, sul preciso tiro dell’attaccante spagnolo Bravo non può nulla e il Camp Nou viene gelato.
La risposta del Barcellona non tarda ad arrivare, con Lionel Messi. La Pulce riequilibra il punteggio dopo soli dieci minuti grazie a un calcio di punizione dai venti metri che si insacca sotto l’incrocio dei pali.

Il Barça va subito a segno a inizio secondo tempo: dapprima ci prova Neymar, con una insidiosa conclusione respinta in angolo dal portiere. Proprio dalla bandierina arriva la rete del sorpasso con Piqué, il difensore catalano viene servito da Suarez, che prolunga la traiettoria del cross, e questa volta Rico non può nulla su una traiettoria così ravvicinata.
Il portiere del Siviglia tiene a galla le speranze dei suoi compagni nei minuti successivi, con il Barcellona che sottomette gli avversari e ha più occasioni per chiudere la partita con Busquets e Neymar, in particolar modo quest’ultimo si fa bloccare un tiro all’interno dell’area piccola.
Nel finale di partita il Barcellona allenta la morsa e prova a gestire il vantaggio con il possesso palla, il Siviglia alza il pressing alla ricerca del pareggio, ma l’unica occasione che riesce a creare è un tiro all’interno dell’area di N’zonzi che viene murato da uno dei difensori.

Una vittoria sofferta ma del tutto meritata, il Barcellona giunge così a otto vittorie consecutive nella Liga mantenendo a otto punti il distacco dall’Atletico Madrid.

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.