AFC Champions League East Zone: colpo esterno dello Shandong, goleada del Seoul, male le giapponesi

Prima giornata della AFC Champions League East Zone, oggi martedì 23 febbraio si sono disputate le partite dei primi due gironi.

GIRONE E

Binh Duong (Vie)-Jiangsu Suning (Cina) 1-1 (13′ Xi Jiang, 28′ Nguyen (R))

Inizia subito con un clamoroso passo falso la nuova avventura del Jiangsu Suning in Champions League, con il pareggio rimediato in Vietnam in casa del Binh Duong. La squadra di Petrescu era data per assoluta favorita alla vigilia visti alcuni innesti non da poco come Ramires e Teixeira. L’allenatore rumeno si schiera con un offensivo 4-2-3-1, con l’ex Chelsea in mediana affianco al capitano Wu Xi. Teixeira nella posizione di trequartista alle spalle di Jo.
Partita dominata dalla squadra di Nanchino, con gli avversari che possono solo giocare d’attesa, ma gli uomini di Petrescu peccano in fase di impostazione, in particolar modo non riescono a creare il passaggio decisivo per gli attaccanti. Il primo gol nasce da una clamorosa svista difensiva dei vietnamiti, che perdono palla sulla propria linea di fondo, Jo si avventa sulla sfera e la recupera per servire in area con un cross basso Ji Xiang che trafigge il portiere avversario.
Gli ospiti possono subito raddoppiare con Ramires, che però centra solo la traversa con un tiro all’interno dell’area di rigore. Il pareggio arriva su un calcio di rigore molto dubbio, con l’arbitro che sanziona una lieve trattenuta di Liu ai danni dell’attaccante Amagou. Dal dischetto si presenta Nguyen che spiazza Chu Zhang con un pallonetto.
Pareggio ancora più grave se si considera che i vietnamiti sono rimasti in dieci uomini a partire dal 67′ a causa della doppia ammonizione di Amagou. Jiangsu Suning da rivedere completamente in vista della Supercoppa cinese di sabato.

Jeonbuk Motors (Kor)-FC Tokyo (Jap) 2-1 (39′ Ko Mu Yeol, 83′ Lee Dong Gook, 86′ Abe)

I coreani del Jeonbuk hanno la meglio sui giapponesi dell’FC Tokyo per 2-1. I padroni di casa passano in vantaggio alla fine del primo tempo, con la rete che nasce dai piedi di un ispirato Lopes, il quale, con un po’ di fortuna riesce a chiudere il triangolo con Kim Kyung al limite dell’area per poi allargare il gioco su Yeol che batte il portiere avversario con un tiro in diagonale.
Il Jeonbuk gioca un calcio migliore nel corso del match e trova la via del raddoppio a causa di una serie di rimpalli in area di rigore che premiano Lee JS, il quale serve con un passaggio passo Lee Dong Gook, il quale è abile, spalle alla porta, a difendere il pallone dal difensore per poi girarsi e firmare il 2-0. Passano pochi secondi per il gol di Abe che va a accorciare le distanze, siamo all’86’ ma il Tokyo non riuscirà a creare altre occasioni da gol.

AFC Champions League
Carlos Adriano Da Souza (FC Seoul), autore di quattro reti nel match contro il Buriram. Fonte foto: sbssports.sbs.co.kr

GIRONE F

Sanfrecce Hiroshima (Jap)-Shandong Luneng (Cina) 1-2 (62′ Shimizu, 65′ Xu, 78′ Tardelli)

Giornata nera per le giapponesi che perdono entrambi gli incontri disputati. Questa volta a cadere sono i campioni in carica della J League, il Sanfrecce Hiroshima, nonché bronzo al mondiale per Club. Si tratta di un grandissimo risultato per lo SHandong Luneng, che in questo inizio stagione sta sorprendendo con la nuova guida tecnica di Menezes. Dopo un importantissimo successo nei turni preliminari sul campo dell’Adelaide, arriva una vittoria esterna anche in Giappone. L’unico indisponibile per l’allenatore brasiliano è Yongpo, per il resto spazio alla miglior formazione possibile, con Gil e Jucilei a formare la retroguardia, mentre Montillo e Tardelli a supporto dell’unica punta Yang Xu.
Dopo un primo tempo concluso a reti inviolate, sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio. L’azione parte da destra con un cross che viene prolungato da Douglas, la sfera finisce sui piedi di Shimizu che esplode un tiro imparabile che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Una conclusione già degna di essere annoverata fra le migliori in questa AFC2016.
Non tarda ad arrivare la risposta dello Shandong, solo tre minuti e Yung Xu impatta di testa su calcio d’angolo riequilibrando il risultato. Il gol della definitiva vittoria porta la firma di Tardelli, ma è tutto merito del giovane Liu BinBin, il quale si invola sulla sinistra fino ad arrivare sul fondo per poi sterzare all’interno dell’area, qui si fa beffe di Mizumuto, il quale perde l’equilibrio, lasciando a Liu una visuale libera per servire con un tocco morbido Tardelli che deve solo appoggiare in rete

Buriram (Tha)-Seoul (Jap) 0-6 (28′, 40′, 50′, 60′ Da Souza Cruz, 67′ Damjanovic, 90′ Lee Seok)

Dominio totale del Seoul in Thailandia. Una netta vittoria con sei reti, quattro delle quali firmate da Souza Cruz fra primo e secondo tempo. Il brasiliano (28) anni compiti si è mostrato devastante dal punto di vista fisico per i difensori thai. Per il Seoul si tratta della prima vittoria in assoluto contro il Buriram dopo i due pareggi nella fase a gironi del 2013. Il gol speciale è stato quello del 5-0, siglato da Damjanovic, a segno nel suo secondo esordio a Seoul. L’attaccante montenegrino infatti ha trascorso le ultime due stagioni in Cina al Beijing Guoan per poi tornare in Corea del Sud.

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.