Psg-Chelsea: le pagelle dei Blues

Chelsea Psg Diego Costa

Una sconfitta è una sconfitta, certo, ma il risultato maturato al Parco dei Principi mantiene il Chelsea abbondantemente in corsa per il passaggio del turno. Non è l’anno più semplice per i Blues, tuttavia pronosticare un successo a Stamford Bridge non è un azzardo, soprattutto con un Courtois (6.5) così in forma. Il portierone belga non è perfetto in occasione del gol di Cavani, ma su Di Maria, Ibrahimovic e Lucas fa gli straordinari. Autorevole anche nelle situationi ordinarie, discutere Courtois è una bestemmia. Buona la prova del pacchetto pacchetto arretrato, Baba (5.5) poteva fare sicuramente di più, meglio Azpilicueta sulla corsia opposta (6).

Ivanovic (6) sostuisce al meglio Terry, Cavani però lo beffa nel momento chiave, Cahill (7) invece sbaglia poco o nulla, ci mette il fisico e il mestiere, le palle alte sono tutte sue. Non è un fulmine di guerra, soffre la velocità avversaria e sicuramente non è uno spettacolo da vedere, però è efficace. Dannatamente efficace. Fabregas (6) è l’uomo chiave lì nel mezzo, ma la versione degli ultimi mesi è lontana da quella del giocatore che ha saputo trasformare il gioco del Chelsea. Lo spagnolo gioca bene, i piedi sono validi, ci aspettiamo però qualcosina di più in fase di rifinitura, bene ma non benissimo. Non convice Obi Mikel (5.5), che non merita un voto positivo nonostante la rete segnata, difficile da sbagliare a dire il vero, non pretendiamo fosforo da lui ma gli errori sono tanti, troppi, promosso invece Willian (6.5), tra i migliori in campo.

Il brasiliano è sempre presente, quando c’è da mettere il suo zampino lui lo mette e svolge il compito ad alta velocità. Male Pedro (5.5), nostante tanto sbattimento e viene da chiedersi se Hiddink gli chieda un sacrificio eccessivo, malissimo Hazard (5). Il genietto belga fa vedere giusto uno dei numeri che l’hanno reso famoso, per il resto tanto silenzio. Da lui vogliamo molto di più, ma il Chelsea in versione 2015/2016 non è il miglior contesto per esprimersi: rimandato. Diego Costa (6.5), guerriero mascherato,  fa tutto quello che serve per la squadra, serve un grande Trapp a negargli il gol di testa, prezioso il contributo in occasione del gol. Un gol che pesa nel discorso qualificazione.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.