Psg-Chelsea 2-1: Ibra e Cavani abbattono il muro, ma i Blues sono ancora vivi…

Psg Chelsea Champions League

Serata di big match al Parco dei Principi di Parigi, negli ottavi di finale di Champions League si sfidano Psg e Chelsea in quello che si può definire il più classico dei remake, esattamente un anno dopo quei quarti di finale che videro prevalere i parigini. Quella di questa edizione della Champions vede, almeno sulla carta, un divario ben maggiore tra le due compagini, con i parigini nettamente favoriti e rinforzati rispetto all’anno scorso (vedi gli innesti di Di Maria, giusto per fare un nome) mentre il Chelsea é alle prese con una  stagione fin qui disastosa seppur nelle ultime settimane, sotto la gestione Hiddink, gli inglesi sono apparsi in ripresa. I padroni di casa  hanno potuto preparare al meglio la partita, considerando il primato in campionato e i 24 punti di vantaggio sulla seconda, eppure il caso Aurier ha un po’ scosso  l’ambiente attorno alla squadra di Blanc che ha dovuto fare i conti con le dichiarazioni ‘poco simpatiche’ del giocatore ivoriano che hanno innervosito, e non poco, qualche suo compagno.

Padroni di casa che entrano in campo con il piglio giusto, Ibra e compagni iniziano il primo tempo nel migliore dei modi approfittando della difesa un po’ arrangiata dei Blues viste le pesanti assenze di Terry e Zouma; si gioca in una sola metà campo, quella del Chelsea, ma a rendersi pericolosi sono proprio i londinesi che con Diego Costa vanno vicinissimi al vantaggio. Il colpo di testa del brasiliano impatta sulla manona di Trapp: miracolo del portiere tedesco o errore clamoroso di Diego Costa? Poco importa perchè la partita prosegue e sale in cattedra Ibrahimovic che su punizione porta in vantaggio i suoi e fa esplodere il Parco dei Principi.
Il gol però non taglia le gambe agli inglesi, che se non altro questa sera hanno dimostrato gran carattere, e su calcio d’angolo trovano la via del pareggio con Obi Mikel bravo ad anticipare tutti nell’area parigina.
Nella ripresa inizia lo show di Courtois che alza il muro e ferma ogni offensiva dei padroni di casa, il Chelsea va in difficoltà e allora Blanc si gioca la carta Cavani, l’uruguaiano entra in campo con il sangue agli occhi e alla prima occasione ripaga il suo allenatore siglando il gol del 2 a 1 e mettendo fine al match.

La squadra di Blanc si aggiudica la prima sfida ma il risultato non può far dormire sonni tranquilli ai parigini in vista della gara di ritorno. L’unico rammarico é quello di non essere riusciti a trovare il terzo gol, meritato per lunghi tratti ma che forse sarebbe stato una punizione troppo severa per il Chelsea che ha giocato una partita di grande sacrificio tenendo testa a Ibra e compagni. Gran parte del merito va a Courtois che si dimostra ancora una volta tra i migliori portieri al mondo, applausi anche a Diego Costa che come al solito si batte su ogni palla ma un elogio particolare va a Guus Hiddink che ha ridato un’anima a questa squadra. E se oggi i londinesi  possono uscire a testa alta dal Parco dei Principi, il merito é tutto suo.

About Giuseppe Romano 122 Articoli
Amante e vero appassionato di calcio, tifosissimo e "super esperto" dell'Inter, amo anche il calcio inglese dove ho un debole per il Liverpool e per lo Special One! You'll Never Walk Alone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.