Bundesliga, colpacci Eintracht e Werder: Wolfe e Knappen k.o.

bundesliga

Se il venerdì sera e il sabato non avevano regalato risultati particolarmente eclatanti in Bundesliga, ci ha pensato la domenica a riservare due colpi decisamente inattesi e che danno un ulteriore scossone alla zona-retrocessione, sempre più complicatissimo rompicapo del campionato tedesco: dall’ottava in classifica, il Mainz, alla terzultima, il Werder Brema, ci sono solo sei punti di distacco; al momento, quindi, ben undici squadre possono dirsi coinvolte nella lotta per la permanenza in Bundesliga.

DANTE SCATENA L’INFERNO – Sconfitta decisamente amara per il Wolfsburg di Hecking alla Commerzbank Arena di Francoforte: i Lupi, infatti, se il campionato finisse oggi non si qualificherebbero ad alcuna competizione continentale (salvo una clamorosa ed assai improbabile vittoria in Champions League, dove negli ottavi affronteranno il Gent). Eppure, il match si era incanalato sui binari giusti per i biancoverdi, che dominano la prima parte del primo tempo e, al venticinquesimo, trovano il meritato vantaggio con Dante, bravo nell’insaccare in spaccata, all’interno dell’area piccola, una ficcante punizione eseguita dallo specialista Rodriguez.

UNO-DUE MEIER: GARA RIBALTATA – L’Eintracht Francoforte accusa ulteriormente il colpo e rischia in un paio di circostanze di capitolare definitivamente, ma Caligiuri (clamorosa palla-gol fallita a porta sguarnita), prima, e Schurrle (miracolo di Hradeck sull’inzuccata a botta sicura dell’ex Chelsea), poi, non riescono a mettere il risultato al sicuro per i Lupi. Gol sbagliato, recita una vecchia regola, gol subito. E il bomber rossonero Meier, come per incanto, si scatena: al ventesimo della ripresa, sfrutta al meglio la sponda aerea di Aigner e batte Benaglio con un’apprezzabile girata di destro, mentre sette minuti dopo – da un’azione nata da una clamorosa palla persa da Draxler – sfrutta un altro assist di Aigner e, complice la deviazione di Naldo, mette a segno il secondo goal personale.

PATATRAC BENAGLIO-NALDO: VINCE L’EINTRACHT – La gara entra nel vivo. Passano solo sei giri di lancette e Schurrle, bravo nell’anticipare Zambrano e sfruttare al meglio il cross dalla destra di Jung, trova il goal del momentaneo 2-2, il primo stagionale in Bundesliga. Quando tutto sembra avviarsi verso una divisione della posta in palio fra le due squadre, l’Eintracht Francoforte, durante il secondo minuto di recupero, trova i tre punti grazie ancora una volta a Meier, che approfitta di una clamorosa incertezza fra Naldo e Benaglio e deposita il pallone in rete. Per il numero quattordici rossonero è tripletta. E l’Eintracht Francoforte porta a casa tre punti di vitale importanza nella lotta per non retrocedere.

COLPACCIO WERDER – Il colpo grosso della prima di ritorno di Bundesliga, però, si è consumato all’Auf-Schalke Arena, dove il Werder Brema ha strappato una vittoria decisamente inattesa, su un campo inespugnato da ben cinque anni. I biancoverdi si confermano squadra corsara: ben quattordici dei soli diciotto punti fin qui colti, infatti, sono stati conquistati lontano dal Weser. Gara in salita per il Werder, che dopo solo quattro minuti va sotto: angolo di Geis e perentoria inzuccata di Matip, sulla quale Wiedwald non può far nulla. Trovato il vantaggio, lo Schalke sfiora in altre due circostanze il raddoppio con Huntelaar, sfortunatissimo, in un’occasione, a colpire la traversa. Nel finale di primo tempo, però, accade l’episodio che dà la svolta al match: Fritz raccoglie palla al limite dell’area e lascia partire un destro sensazionale che vale il momentaneo 1-1.

FRITZ SUPERSTAR – Doccia fredda per i Knappen, che iniziano malissimo anche la ripresa. Il protagonista è ancora una volta Clemens Fritz, capitano della squadra ospite. Da un suo ottimo cross dalla destra, giunto al termine di una possente sgroppata sulla fascia, nasce l’assist vincente per Pizarro, che insacca all’interno dell’area piccola e porta in vantaggio il Brema. La giornata di grazia di Fritz, però, non è ancora terminata. Dopo una clamorosa occasione occorsa allo Schalke e non concretizzata per un soffio da Matip, il capitano del Werder – al termine di una ficcante ripartenza – serve un assist per Ujah, che mette a segno la marcatura del definitivo 3-1. A fine gara, il tabellino di Fritz recita un gol e due assist vincenti: niente male per uno che, solo pochi giorni fa, ha annunciato di volersi ritirare a fine stagione.

BUNDESLIGA, RISULTATI POSTICIPI

Eintracht Francoforte-Wolfsburg 3-2

Schalke-Werder  Brema 1-3

CLASSIFICA BUNDESLIGA

Bayern Monaco 49

Borussia Dtm 41

Hertha Berlino 33

Borussia M’Gladbach 29

Bayer Leverkusen 28

Schalke  27

Wolfsburg 26

Mainz 24

Colonia 24

Ingolstadt 23

Amburgo 22

Darmstadt 21

Eintracht Francoforte 20

Augsburg 20

Stoccarda 18

Werder Brema 18

Hoffenheim 14

Hannover 14

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.