Real Madrid, Ancelotti critica Florentino Perez

real madrid

L’addio di Carlo Ancelotti al Real Madrid, fortemente voluto da Florentino Perez, non raccolse molti consensi in casa Merengues: stampa, tifosi e la stragrande maggioranza dei giocatori erano dalla parte del tecnico di Reggiolo, che nel biennio madridista ha portato a casa la tanto agognata Decima. La Champions, oltretutto, non arrivava nella bacheca del Real Madrid da oltre un decennio, tant’è che si parlava della Decima come un vero e proprio incubo.

Ancelotti, che dalla prossima stagione diventerà allenatore del Bayern Monaco, club col quale ha sottoscritto un contratto triennale, si è levato qualche sassolino, criticando apertamente l’operato del presidente del Real Madrid. In primis, l’allontanamento di Rafa Benitez:”Questa volta faccio davvero fatica a comprendere la scelta operata dal Presidente del Real Madrid. Sono conscio che l’operato di un allenatore è basato sui risultati ottenuti, ma come si fa a valutare un tecnico dopo solo mezza stagione?”.

La critica di Ancelotti si fa ancora più pungente se riferita al secondo mandato di Florentino Perez, tornato alla presidenza del Real Madrid dal 2009:”Zidane è diventato il quinto allenatore del Real Madrid dal 2009. Questo dato mi fa balzare in mente una domanda: ma è sempre colpa dell’allenatore , è sempre lui che sbaglia? Ognuno può trarre le conclusioni che reputa più opportune“.  Un ultimo pensiero, infine, va proprio al nuovo allenatore dei Blancos:”Zidane ha la leadership necessaria per guidare il Real Madrid. Inoltre, l’anno che ha svolto da vice-allenatore sotto la mia gestione, gli ha consentito di avere una conoscenza approfondita della rosa, che in gran parte è sempre la medesima“.

COPY CODE SNIPPET

2 Commenti su Real Madrid, Ancelotti critica Florentino Perez

  1. :”Zidane è diventato il quinto allenatore del Real Madrid dal 2009. Questo dato mi fa balzare in mente una domanda: ma è sempre colpa dell’allenatore , è sempre lui che sbaglia? Ognuno può trarre le conclusioni che reputa più opportune“. D’accordissimo. ma se questo vale per Perez, che pure ha vinto una Champions League non più di 18 mesi fa a maggior ragione dovrebbe valere per l’amico Galliani. o no; Carletto?

  2. aggiungo che la differenza tra Perez e Galliani non è tanto in termini di risultati (anche se considerando gli ultimi anni c’è un abisso) ma proprio nella parte manageriale, se il Madrid fa milioni di utili ogni anno e il Milan fa milioni di perdite ogni anno. di certo non è colpa dell’allenatore quello.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.