Europa League, Girone B: qualificazione storica per il Sion, avanti anche Klopp

www.uefa.com

Sion-Liverpool 0-0 

Sion, o meglio conosciuta dagli svizzeri come Sitten, è una piccola cittadina della Svizzera, più conosciuta per la sua storia che per la sua squadra di calcio, il FC Sion. Piccolo club ma con grande ambizioni. Promosso in Super League nella stagione 2005-2006, vince in un decennio ben quattro coppe di Svizzera, l’ultima proprio la scorsa stagione che gli ha permesso di qualificarsi all’Europa League. Uno dei pilastri fondamentali di questo club è sicuramente Reto Ziegler (l’ex Juve è arrivato a Sion nella sessione invernale di mercato della scorsa stagione) ma se i giocatori hanno un ruolo fondamentale nei successi di una squadra, l’allenatore gioca un ruolo ancora più importante. Il francese Didier Tholot è il protagonista di questa favola: ha plasmato il suo club a sua immagine e somiglianza, ha condiviso il suo credo proprio come un vecchio saggio. Il Sion non è una squadra piena di grandi singoli, ma giocando da grande squadra si possono raggiungere grandi traguardi. Per il club svizzero è la prima esperienza in una fase a gironi a livello europeo. Tholot debutta alla grande al “Tourbillon” contro il Rubin Kazan, una grande vittoria per 2-1. La partita successiva è ad Anfield. Per un club di questo calibro è già una gran vittoria giocare contro i “Reds” e lo è ancor di più il pareggio che conquistano con grande spirito di sacrificio.

Stasera al “Tourbillon” si è giocata una partita noiosa. Al Sion basta un punto per la qualificazione ma il Liverpool di Klopp è una squadra tosta. L’esuberante tecnico tedesco è un romantico ma non fa sconti a nessuno, nemmeno ai suoi vicini svizzeri. Partita dominata dal Liverpool ma la squadra di Tholot si difende molto bene. L’unica nota positiva dei Reds è l’ottima prestazione del giovane Bradley Smith, un classe 94′. La partita termina con un secco 0-0 che porta entrambe le squadre ai sedicesimi di coppa.

Bordeaux-Kazan 2-2 

Infranti i sogni di entrambe le squadre, nessuna delle due continuerà il suo cammino in Europa League. Il Bordeaux arriva da una sconfitta contro il Liverpool, ma i francesi vogliono regalare l’ultimo sorriso ai loro tifosi. Per il Kazan l’imperativo “vincere” era l’unica cosa che serviva per qualificarsi ai sedicesimi, ma non è stato così. E’ arrivato un pareggio ricco di gol. Una mezza rovesciata di Kanunnikov apre le danze, un gesto tecnico che merita tanti applausi. Il pareggio arriva solamente nel secondo tempo con Laborde che calcia di prima sulla destra di Ryzhikov. Con una grande ripartenza, Rolan firma la rete del vantaggio con un gran tocco, ma i russi non si arrendono e al 76′ pareggiano il match con Ustinov. Partita che finisce con un piccolo punticino per squadra che non serve a nessuno.

Europa League, Girone B – Sesta giornata

Sion-Liverpool 0-0

Bordeaux-Kazan 2-2  (31′ Kanunnikov, 58′ Laborde, 63′ Rolan, 76′ Ustinov)

Classifica:  Liverpool 10,  Sion 9,  Kazan 6,  Bordeaux 4

About Raffaele Lima 22 Articoli
Nato in Sicilia, classe 98', promessa mancata tra i pali a causa dei suoi 175 cm di altezza. Innamoratissimo degli Spurs e del calcio inglese in generale, ma di fede rossonera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.