Europa League, Girone J: Anderlecht Formula 1: che sorpasso a Monaco!

Europa League Monaco Anderlecht

Colpo di scena nel gruppo J di Europa League: l’Anderlecht si porta in seconda piazza a spese del Monaco. Biancorossi obbligati a fare risultato in casa degli Spurs.

Monaco-Anderlecht 0-2
L’Europa League nelle intenzioni della Uefa doveva essere una competizione in grado di ritagliarsi uno spazio importante, non paragonabile a quello della Champions certo, ma la seconda competizione europea è chiamata a richiamare l’interesse di sponsor, pubblico e grandi squadre. Da un’occhiata al raggruppamento J si può dire che lo spettacolo europeo non è tutto tra martedì e mercoledì sera. Un giovedì da leoni dunque, soprattutto per l’Anderlecht che opera un sorpasso clamoroso in casa del Monaco. Il pubblico del Louis II l’anno scorso ha assistito a una grande cavalcata Champions, interrotta ai quarti dalla Juventus poi finalista, quest’anno Jardim ha qualche problema in più nel soddisfare i palati fini del Principato.

L’eliminazione ai preliminari di Champions è una ferita che brucia ancora, se ne sono visti gli effetti sull’avvio in campionato, i biancorossi sono stati poi bravi a ritrovarsi e basta poco per acciuffare le prime posizioni. Da questo ragionamento escludiamo ovviamente il Psg, già irraggiungibile con 13 punti di vantaggio sulla seconda. Classifica alla mano, anche il percorso in Europa League faceva bene sperare, seconda piazza a un punto dal Tottenham, ma ci si è messo l’Anderlecht a complicare tutto. I bianco-malva non vincevano una trasferta europea da 13 gare, un’eternità, ma non è il solo miracolo del quale è stato capace il Louis II stasera. Il Monaco parte bene, i biancorossi disputano un primo tempo positivo con qualche occasione niente male. E poi che succede? Succede che i belgi si portano avanti alla prima vera conclusione nello specchio.

Proprio prima della sosta Gillet lascia partire un gran tiro sugli sviluppi di un corner. Subasic può farci poco, la sfera viaggia veloce sotto la traversa. Difensore di professione, goleador per passione, l’ex terzino del Bastia realizza il terzo gol in questa Europa League. Il secondo l’aveva piazzato nell’altro match contro il Monaco. Evidentemente la squadra del Principato lo ispira. Il Monaco della ripresa è una squadra che gioca a calcio, come abbiamo visto nel corso della prima frazione di gioco, ma lo fa senza nerbo, cattiveria, le prestazioni di Silva e Moutinho non sono all’altezza delle loro quotazioni. E non è che l’Anderlecht incanti, anzi, ma al minuto 78 la dormita di Raggi e Tourè ingolosisce Acheampong, bravo a controllare la palla che arriva da centrocampo prima di freddare Subasic col destro. Per il 22enne si tratta del primo gol quest’anno, 54 partite senza gol per lui. Il Louis II stasera ha straordinarie proprietà curative. Altro che Lourdes!

Abbiamo parlato molto di numeri, allora c’è da sottolineare pure la fine dell’imbattibilità interna dei biancorossi che termina stasera a sei gare. Il Monaco ci ha provato, ma, come diceva il maestro Yoda, “Fare o non fare, non c’è provare”. Questa squadra, quando arriva il momento di stringere, non sembra aver la giusta maturità per gestire le situazioni. Un pizzico di nervosismo in campo, come testimoniano le sette ammonizioni. Buon per l’Anderlecht, nuova seconda potenza del gruppo J. Il 10 dicembre i monegaschi andranno a giocarsi le speranze di qualificazione nella tana del Tottenham, già tranquillissimo, i belgi invece dovranno affrontare il Qarabag. Solo una formalità? Assolutamente no, visto che gli azeri sono ancora in corsa per la qualificazione. Occhio, può ancora succedere di tutto.

Qarabag-Tottenham 0-1
Missione compiuta per il Tottenham, che approda ai sedicesimi di Europa League con una giornata di anticipo e, a vedere come se la passano a Monaco, c’è da festeggiare. Leggi Qarabag-Tottenham e pensi a un risultato, non diciamo tennistico ma sicuramente rotondo. E invece gli Spurs devono aspettare il 78esimo per regolare i padroni di casa, l’autore del gol però non è una sorpresa: con il numero 10, Harry Kane. Il giovane attaccante inglese piazza nel sacco di testa, meno fortunati Dele Alli e Son Heung-Min, entrambi fermati dai legni. Spurs a quota dieci, il Qarabag è ultimo a quota quattro ma può cambiare tutto vincendo l’ultimo match.

Europa League, Girone J – Quinta giornata

Qarabag-Tottenham 0-1 (’78 Kane)
Monaco-Anderlecht 0-2 (’45+1 Gillet, ’78 Acheampong)

Classifica: Tottenham 10, Anderlecht 7, Monaco 6, Qarabag 4

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.